fbpx

Ponte sullo Stretto, il senatore Margiotta: “Eccellente vetrina che darà impulso all’economia italiana, si proceda presto”

ponte sullo stretto

Il senatore Salvatore Margiotta è intervenuto sul tema Ponte sullo Stretto: “Ho sempre pensato che sia un’opera da costruire”

“Ho sempre pensato – spesso negli anni scorsi in assoluta minoranza nel mio partito – che il Ponte sullo stretto sia un’opera da costruire, per motivi trasportistici, socio-economici, ingegneristici. Che l’Italia realizzi una grande e ardita opera non può che essere un’eccellente vetrina per la tecnologia e l’industria del nostro Paese. Una generazione politica deve avere l’ambizione di lasciare un segno”. Lo ha scritto in una nota il senatore Salvatore Margiotta, capogruppo dem nella Commissione lavori pubblici e trasporti.

“Oggi – prosegue – con il finanziamento dell’Alta Velocità a Sud (la Salerno-Reggio, la Taranto-Potenza-Battipaglia, la Catania-Palermo-Messina), è ancora più evidente la necessità del collegamento tra la Sicilia e la penisola, in modo che non vi siano soluzioni di continuità. La Commissione, istituita da Paola De Micheli nel periodo in cui io ricoprivo il ruolo di Sottosegretario, ha lavorato bene e ha prodotto un documento di grande qualità. In sintesi: il collegamento va fatto; il tunnel o il tubo flottante – che pure avevano autorevoli sostenitori – non sono la soluzione. Rimangono in piedi il Ponte ad unica campata -affascinante, quella che in via teorica preferirei, ma con varie problematicità- e il Ponte a due o tre campate, che sembrerebbe avere maggiori vantaggi, sotto molteplici punti di vista. Ora – conclude Margiotta – bisogna procedere celermente a confrontare le due ipotesi, scegliere la migliore ed intraprendere senza esitazione le procedure realizzative di un’opera che connetterà la Sicilia al resto del Paese, e darà impulsò all’economia italiana”.