fbpx

Reggio Calabria, la denuncia Forza Italia Giovani: “il piazzale del Cedir nell’abbandono più totale” [FOTO]

/

Reggio Calabria, Forza Italia Giovani: “il piazzale del Cedir ancora all’abbandono, si provveda immediatamente o ci autorizzino ad installare gli arredi’’

“Risale a circa 3 mesi fa la Nostra denuncia rispetto al degrado del piazzale del Ce.Dir., denuncia che – lo diciamo con grande amarezza – non ha sortito alcun effetto sui moralisti a convenienza della Maggioranza. Da allora non solo non è cambiato nulla, piuttosto la situazione è andata nettamente a peggiorare. Le condizioni in cui versa l’area non sono degne dell’importanza simbolica e logistica che ha l’intera struttura, oltre che zona notoriamente punto di riferimento anche per gli sportivi reggini: runners, ciclisti, pattinatori e intere famiglie con bambini. Adesso però a causa dei tanti materiali inutilizzati ed abbandonati li, lo spazio è diventato sporco e degradato, per certi versi anche pericoloso. E poi c’è un ulteriore risvolto, quello che riguarda l’arredo urbano in totale abbandono e costante deterioramento: le foto che alleghiamo non hanno bisogno di spiegazioni e didascalie”, è quanto scrive in una nota Forza Italia Giovani.Alla luce di ciò, invitiamo all’attenzione il Consigliere delegato Massimo Merenda, già noto per essere maniacale mantenitore dell’ordine in Aula e recentemente intento a pubblicizzare le fioriere poste sulle ringhiere del vicinissimo torrente Calopinace. Piuttosto, come già da Noi richiesto a marzo, chiediamo allo stesso Consigliere ed alla Maggioranza che rappresenta di poterci autorizzare ad effettuare noi l’intervento che oggi richiediamo. Saremmo lieti, infatti, di provvedere personalmente a riadeguare la zona ed installare gli arredi in questione. Il piazzale del Ce.Dir. è da sempre luogo di aggregazione per gli abitanti tutti, non solo della zona, né tanto meno solo per gli utenti degli uffici pubblici ivi collocati. Vogliamo e chiediamo semplicemente che torni ad essere vivibile. Auspichiamo, pertanto, un tempestivo intervento del Sindaco Falcomatà o appunto del suo delegato; in alternativa, sarebbe graditissima l’autorizzazione ufficiale a procedere noi, dando l’ennesimo esempio di cittadinanza attiva e Opposizione costruttiva”, conclude la nota.