fbpx

Giro d’Italia, Bernal si beve tutti a Montalcino! Batosta per Evenepoel, Caruso sul podio: a Schmid la 10ª tappa

Foto di Luca Zennaro / Ansa

Mauro Schmid vince la 10ª tappa del Giro d’Italia. Fra i big Bernal detta legge in salita: batosta per Evenepoel e Ciccone, resiste Caruso

Il giorno di riposo dovrebbe far ricaricare le pile ai ciclisti, ma il primo stop del Giro d’Italia 2021 rischia di aver fatto male a più di qualche protagonista. È andata in scena oggi l’11ª tappa della Corsa Rosa, la Perugia-Montalcino, la wine stage della 104ª edizione che esalta le eccellenze vinicole italiane: 162 km totali con 2300 metri di dislivello e 35 chilometri di sterrato nei 70 finali. Protagonisti impolverati come nel ciclismo Eroico sullo sterrato che ha dato diversi problemi anche ai big. Formolo e Martin sono stati i primi a staccarsi. Nella seconda metà della gara quello ad accusare più difficoltà è stato Remco Evenepoel, giovane ciclista belga apparso piuttosto legnoso e incapace di tenere il passo del gruppo maglia rosa di Egan Bernal.

Il colombiano, scortato dal team Ineos con Moscon in grande spolvero, detta legge in salita. Vlasov tiene botta, così come Damiano Caruso accompagnato da Pello Bilbao. Giulio Ciccone regge finchè può, scortato da Vincenzo Nibali, ma entrambi si staccano nella salita finale. Ai meno 4.8 Bernal decide di fare tutto da solo: scatto dirompente del colombiano che dimostra di avere un’altra gamba rispetto ai diretti concorrenti. Batosta per Evenepoel che scivola a 2’22” nella generale, così come Ciccone in ritardo di 2’24”. Resistono in classifica Vlasov (45”), Caruso (3° a 1’12”) e Yates (1’22”). Nibali chiude 24° con quasi 2 minuti raccolti oggi. Successo di tappa al giovane svizzero Mauro Schmid della Qhubeka Assos.

Classifica generale Giro d’Italia 2021: Bernal ‘rosato’ di Montalcino! Caruso 3°, crollano Evenepoel e Ciccone