fbpx

Giro d’Italia, Egan Bernal brucia lo sterrato di Campo Felice! Successo di tappa e maglia rosa: Giulio Ciccone risponde alla grande

Egan Bernal fa il vuoto sulla salita di Campo Felice e firma una straordinaria doppietta: successo di tappa e maglia rosa. Grande risposta di Ciccone (2°)

Il Giro d’Italia va di corsa! La 9ª tappa della Corsa Rosa andata in scena quest’oggi, con partenza da Castel di Sangro e arrivo a Campo Felice, è stata percorsa dai ciclisti ad alto ritmo. Il primo scossone l’ha dato il siciliano Damiano Caruso, nuovo capitano della Bahrain Victorious dopo l’infortunio di Mikel landa, che ha attaccato improvvisamente sul Passo Godi, prima asperità di giornata. Da registrare in questi frangenti la brutta caduta di Matej Mohoric, gregario dello stesso Caruso, che ha sbattuto violentemente la testa ed è stato portato via in ambulanza.

Tappa che regala grandi emozioni nel finale. I fuggitivi Bouwman e Bouchard (nuova maglia azzurra) si piantano sulla salita di Campo Felice e il loro distacco dal gruppo si assottiglia sempre di più. Egan Bernal fiuta l’occasione e scatta a 0.4 km dal traguardo: l’azione del campione colombiano è a dir poco travolgente, nessuno riesce a stargli a ruota, lo sterrato della pista da sci di Rocca di Cambio brucia al passaggio delle sue ruote. È un trionfo straordinario che gli vale il successo di tappa e la maglia rosa! Grande risposta di Giulio Ciccone che, finchè può, prova a stargli dietro e chiude con 7 secondi di ritardo insieme a Vlasov. A 10” Remco Evenepoel, a 12” gli italiani Damiano Caruso e Davide Formolo, insieme a Simon Yates autore di una tappa anonima. Accumula 35” Vincenzo Nibali ormai, di fatto, gregario di Ciccone, la speranza azzurra della Trek-Segafredo in ottica podio.