fbpx

Giro d’Italia, Grande prova di Caruso sull’Alpe di Mera! Il siciliano non molla Bernal: Yates trionfa e accorcia in classifica

Simon Yates vince la 19ª tappa del Giro d’Italia scattando sull’Alpe di Mera: Damiano Caruso resiste in salita, Egan Bernal limita i danni

Tre tappe alla fine del Giro d’Italia, oggi la penultima in cui i big avranno la possibilità di fare la differenza in salita. Nella frazione AbbiategrassoAlpe di Mera, la numero 19 della 104ª edizione della Corsa Rosa, ridisegnata dopo la tragedia del Mottarone, Simon Yates ha fatto la differenza. Il ciclista britannico, dopo l’ottima prova a Sega di Ala, è scattato nuovamente sull’Alpe di Mera, GPM di 1ª  categoria lungo 9,7 chilometri al 9% di pendenza con picchi del 14% a tre chilometri dal traguardo. Il leader della BikeExchange ha fiutato una situazione molto attendista da parte della Ineos Grenadiers di Egan Bernal, decidendo di forzare il ritmo e partire in solitaria a 6.5 km dal traguardo. Un allungo rivelatosi vincente, nel quale ha raccolto 28” sulla maglia rosa. Egan Bernal ha limitato enormemente i danni. Il ciclista colombiano, spalleggiato dai gregari Castroviejo e Martinez, è riuscito a gestire il distacco, apparendo comunque meno in difficoltà rispetto a Sega di Ala. Grande prova di Damiano Caruso che, procedendo con il suo passo in salita, ha chiuso in 4ª posizione a 4 secondi da Egan Bernal e a 32” di Simon Yates che ha accorciato in classifica ma è rimasto comunque alle spalle del ciclista siciliano. Domani un’altra tappa di montagna importante, ultima chance per provare a ridisegnare le prime 3 posizioni della classifica generale.

Classifica generale Giro d’Italia 2021, Caruso difende la 2ª posizione: Yates accorcia, Bernal ancora in rosa