fbpx

Giro d’Italia, Caruso 2° dopo Cortina: “gara ad alta intensità, Mi sono sentito il migliore dopo Bernal” [VIDEO]

Damiano Caruso 2° dopo la 16ª tappa del Giro d’Italia 2021: il ciclista siciliano analizza la sua prestazione dopo la frazione Sacile-Cortina

Egan Bernal sprinta in salita, ma Damiano Caruso tiene botta. Ed è l’unico. Il ciclista siciliano prova a rispondere allo strapotere della maglia rosa sul Passo Giau, mentre un big del calibro di Simon Yates alza bandiera bianca. Caruso si ritrova terzo nella classifica generale del Giro d’Italia ed è convinto di poter blindare il podio nella terza e ultima settimana della Corsa Rosa. Al termine della tappa odierna, Sacile-Cortina d’Ampezzo, il nativo di Ragusa ha commentato così la sua prestazione: “la gara, come ci aspettavamo, è stata più corta, ma ad alta intensità per tutta la giornata. Mi sono sentito bene nell’ultima salita e ho guardato le facce degli altri avversari capendo che ero il più in forma, ovviamente oltre Bernal. Ho provato a seguirlo, ma non ce l’ho fatta. Alla fine mi sono concentrato sul mio tempo e sul fare del mio meglio fino alla fine. Sicuramente il morale è veramente alto. Voglio anche ringraziare i miei compagni di squadra perchè anche oggi hanno fatto un grande lavoro, tutto lo staff che ci ha fornito l’equipaggiamento extra per la corsa perchè il meteo era davvero difficile. Ora ci godiamo il riposo di domani e poi ripartiremo nuovamente per l’ultima battaglia“.

Damiano Caruso analizza la tappa di Cortina: “ho guardato le facce dei miei avversari, ero il migliore dopo Bernal” [VIDEO]