fbpx

Giro d’Italia 2021, chi è Giada Borgato? La prima donna scelta dalla RAI per commentare la Corsa Rosa

Giro d’Italia 2021, scopriamo chi è Giada Borgato, la prima donna a commentare la Corsa Rosa per la RAI: ex ciclista, giovane, esperta e spigliata

Con la cronometro inaugurale di ieri, partita da Torino, è iniziato il Giro d’Italia 2021. Fra le grandi novità della 104ª edizione, una in particolare ha catturato l’attenzione di tutti gli appassionati: stiamo parlando di Giada Borgato. La RAI ha deciso infatti di affidare il commento tecnico della Corsa Rosa, per la prima volta, ad una donna. Un passo avanti importante tanto nel commento (specialmente in quello delle competizioni maschili) che nel mondo del ciclismo. Giada si era già distinta in alcune prove al commento di gare minori, ottenendo feedback positivi dagli appassionati e dai telespettatori e dunque la tv di Stato ha deciso di puntare su di lei per l’evento più importante della stagione.

Giro d’Italia 2021, chi è Giada Borgato? La telecronista che ha preso il posto di Gianni Bugno

Non è la prima volta che mette in mostra la sua esperienza nel ciclismo e le sue conoscenze, ma farlo al Giro d’Italia è tutta un’altra cosa. Specialmente se prendi il posto di un totem del ciclismo italiano come il mitico Gianni Bugno. Intervistata dall’AdnKronos, Giada ha esternato tutte le sue emozioni: “prendo il posto di Gianni Bugno: già di mio ho un po’ d’ansia, ma è normale che sia così. Certamente è un ruolo nuovo e sento la responsabilità di questa cosa e dovrò tenerla sotto controllo. Ma nel gruppo (al suo fianco il giornalista Francesco Pancani e lo scrittore Fabio Genovesi, ndr) c’è già un bel clima e siamo affiatati“. In merito alla ‘novità’ di ascoltare una voce femminile al commento, dopo anni di voci unicamente maschili, Giada ha dichiarato che i telespettatori “dovranno abituarsi, e comunque lo sport del ciclismo è quello: far girare le gambe e spingere sui pedali. Tecniche e tattiche sono identiche, anche se l’ambiente del pubblico è ancora maschilista mi accetteranno e magari farò loro cambiare idea“.

Giro d’Italia 2021, chi è Giada Borgato? Ex ciclista campionessa italiana nel 2012

Nata a Padova il 15 giugno del 1989, Giada ha coltivato la passione per il ciclismo fin da piccola, probabilmente influenzata da papà Aldo Borgato, ex ciclista dilettante. Nel 2002 si laurea campionessa italiana Esordienti con la CSI Rubano, mentre nel 2005 si piazza in seconda posizione nel campionato italiano Allieve e vince la Coppa Rosa in Valsugana. Fra il 2006 e il 2007 gareggia con la maglia dell’Avantec DF di Breganze nella categoria Juniores. Il debutto fra le Elite è datato 2008, la maglia è quella della Menikini-Selle Italia-Master Colors di Walter Ricci Petitoni. Nel 2009 si classifica terza al Gran Premio GFM Meccanica e nona al Gran Premio della Liberazione.

Nel 2012 passa alla Diadora-Pasta Zara, squadra di Maurizio Fabretto, con la quale si toglie una grandissima soddisfazione: il 20 giugno 2012 ottiene la prima vittoria nella massima categoria trionfando nella prova in linea dei Campionati Italiani su strada in Valsugana. Al termine della stagione 2014 opta per il ritiro. Conclusa la carriera agonistica, Giada è rimasta nel mondo delle due ruote come commentatrice. Attualmente è fidanzata con il ciclista della Bahrain Victorious Eros Capecchi, che ama tanto quanto il suo cane lupo cecoslovacco Stiby.