fbpx

Coronavirus in Italia, la situazione migliora ancora: scendono Rt e incidenza, sotto i 100 casi dopo mesi [GRAFICA]

italia zona bianca

La situazione legata all’emergenza Coronavirus in Italia migliora ancora: scendono Rt e incidenza, tutti i dati

Continua a migliorare la situazione in Italia per ciò che concerne l’emergenza Coronavirus. Secondo quanto si apprende dal nuovo monitoraggio Iss-Ministero della Salute, in programma ogni venerdì, scendono i valori legati all’Rt e all’incidenza. Il primo, dallo 0.89 della scorsa settimana, passa a 0.86; il secondo sarebbe invece di 96 casi per 100 mila abitanti (rispetto ai 123 di sette giorni fa), per la prima volta dopo mesi sotto i 100 (ottobre l’ultima volta) e in netto avvicinamento al valore di 50 che permetterebbe un sistema di monitoraggio sotto controllo.

Nessuna Regione è classificata a rischio alto per la terza settimana consecutiva. Quattro Regioni e province autonome hanno una classificazione di rischio moderato e sono Calabria, Lombardia, Toscana e Umbria (nessuna ad alta probabilità di progressione a rischio alto nelle prossime settimane) mentre le altre Regioni e Province hanno una classificazione a rischio basso. Due Regioni (Molise 1.08 e Umbria 1.03 ) hanno un Rt puntuale maggiore di uno, ma con il limite inferiore sotto l’uno.

Scende il numero di Regioni e Province autonome che hanno un tasso di occupazione in terapia intensiva e/o aree mediche sopra la soglia critica: si tratta di 3 Regioni (Lombardia e Toscana sono sopra la soglia limite del 30% per le intensive mentre la Calabria è sopra la soglia limite del 40% per i reparti di area medica) contro le 5 della settimana precedente. Il tasso nazionale di occupazione in intensiva è sotto la soglia critica (23%), con una diminuzione di persone ricoverate che passa da 2.423 (04/05/2021) a 2.056 (11/05/2021).

Di seguito il grafico, per cui ringraziamo il Dott. Luca Fusaro, con l’incidenza Regione per Regione. Calabria a quota 112, Sicilia a 96. In tre sono sotto i 50 e pregustano quindi la possibilità della zona bianca.

Incidenza dei nuovi casi ogni 100.000 abitanti