fbpx

Coronavirus, in Italia già vaccinato il 19,4% della popolazione e il 41,7% ha ricevuto la prima dose [GRAFICI]

italia zona bianca

Coronavirus, i grafici sulle vaccinazioni in Italia Regione per Regione: i numeri sulla popolazione “vaccinabile” e cioè quella sopra i 16 anni

Prosegue, per fortuna a ben altra velocità, la vaccinazione in Italia contro il Coronavirus. Migliorato sensibilmente il numero dei soggetti vaccinati nelle ultime settimane, rispetto ai ritmi molto più lenti dei primi mesi. Sono state superate le 500 mila somministrazioni al giorno, primo vero obiettivo che il Generale Figliuolo si era imposto sin dal suo insediamento, grazie alle maggiori dosi in arrivo e all’aumento di hub vaccinali nonché di personale addetto alle somministrazioni (medici di base e farmacie).

Nei grafici in fondo all’articolo, elaborati dal sempre preciso dott. Luca Fusaro, è possibile analizzare l’andamento Regione per Regione con i numeri aggiornati a ieri, lunedì 24 maggio, che tengono conto delle persone vaccinate in rapporto alla popolazione. I dati considerano però il numero attuale e reale di soggetti “vaccinabili” e cioè quelli sopra i 16 anni. Numeri sicuramente buoni e confortanti, che riducono nettamente il divario tra Regioni che era invece maggiormente evidente fino a qualche mese fa.

Per quanto concerne la prima dose, la media nazionale è del 41,67%, con il Molise primo a 46,o2% e Calabria e Sicilia ultime rispettivamente con 39,45% e 36,87%, ma comunque vicine alla media del paese. Riguardo alla seconda dose, invece, la media nazionale è del 19,42%, con la Liguria prima a 22,63% e la Provincia Autonoma di Trento ultima a 13,58%. Sicilia a 18,14% e Calabria a 17,71%.

Vaccini in Calabria, Spirlì polemizza: “adesso che non siamo più ultimi, dove sono le TV?”

Persone vaccinate prima dose in rapporto alla popolazione Persone vaccinate in rapporto alla popolazione (1)