fbpx

Coronavirus e vaccini: protocollo d’intesa tra il Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria e l’Asp

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Protocollo d’intesa tra il Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria e l’azienda sanitaria provinciale nell’ambito della campagna vaccinale a contrasto del Covid-19

Di seguito il Protocollo d’intesa tra il Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria e l’azienda sanitaria provinciale:

Il Grande Ospedale Metropolitano ‘Bianchi – Melacrino – Morelli” di Reggio Calabria (di seguito, per brevità, denominato anche G.O.M.), C. E. e P. IVA n. 01367190806, con sede legale in Reggio Calabria, Via Provinciale Spirito Santo n. 24, rappresentato dal Commissario Straordinario, ing. Iole Fantozzi, e L’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria (di seguito, per brevità, denominata anche A.S.P.), C.E. e P. IVA n. 01991520790, con sede legale in Reggio Calabria, Via Diana n.3, rappresentata dal Commissario Straordinario, dr. Gianluigi Scaffidi ,

  • premesso che le Aziende con il presente accordo intendono sviluppare rapporti di proficua collaborazione, nel rispetto dei relativi fini istituzionali, ponendosi l’obiettivo di garantire ottimali condizioni di garanzia nell’ambito della campagna vaccinale a contrasto della Sars-Cov 2;
  • ribadito che in ottemperanza alle vigenti disposizioni la prenotazione su piattaforma costituisce l’unico titolo per il cittadino ad accedere alla vaccinazione;
  • considerato che alcuni soggetti si rivelano, nel corso dell’anamnesi pre-inoculazione
  • condotta dai medici, a forte rischio di insorgenza di possibili reazioni avverse immediate in particolare per diatesi allergica;
  • preso atto che essi hanno già compiuto l’obbligo richiestogli della prenotazione su piattaforma;
  • ritenuto che per la patologia rilevata è opportuno procedere alle vaccinazioni in ambiente più protetto quale è certamente il G.O.M. rispetto ai punti vaccinali dell’A.S.P,;

considerato che il G.O.M. già da tempo provvede a chiamare i soggetti appartenenti a questa tipologia di rischio su segnalazione inoltrata dal Dipartimento di Prevenzione dell’A.S.P.;

ritenuto che al fine di dare conoscenza della sinergia tra A.S.P. e G.O.M. di Reggio Calabria realizzata per il rispetto dei diritti dei vaccinandi occorra procedere alla redazione di specifico protocollo d’intesa;

Convengono che l’A.S.P. invii al G.O.M. i nominativi dei soggetti rilevati a rischio al momento dell’anamnesi condotta ai Punti Vaccinali dell’A.S.P,; che il G.O.M. provveda a chiamarli direttamente, nell’ambito della campagna vaccinale rivolta ai soggetti fragili, con una breve intercorrenza temporale tra la
ricezione del nominativo e la chiamata avendo tali soggetti già effettuato la prenotazione in piattaforma”.