fbpx

Catturati in Brasile i boss Rocco Morabito e Vincenzo Pasquino: i Ros sequestrano documenti e telefoni

Polizia federale brasiliana

Nella casa in Brasile dove sono stati catturati i due latitanti Rocco Morabito e Vincenzo Pasquino sono stati sequestrati documenti che gli inquirenti ritengono possano essere molto utili

Nella casa in Brasile dove sono stati arrestati i due latitanti Rocco Morabito e Vincenzo Pasquino sono stati sequestrati documenti che gli inquirenti ritengono possano essere molto utili. Lo ha rivelato il comandante del secondo reparto investigativo del Ros Massimiliano D’Angelantonio nel corso della conferenza stampa indetta per illustrare i dettagli sulla duplice cattura. “L’attività – ha spiegato – è durata 2 anni, è stata molto intensa, con momenti di stasi, tutto si è sbloccato mercoledì scorso perchè dalle attività che avevamo in Calabria, abbiamo avuto percezione di alcuni spostamenti verso il Sud America. La macchina si è mossa in moto in maniera molto rapida e in costante confronto con i nostri partner internazionali, ha consentito di sbloccare la situazione nell’arco di nemmeno tre giorni dal nostro arrivo in Brasile. I colleghi brasiliani sono stati rapidissimi a operare, l’arresto dei due latitanti e’ avvenuto all’interno di un’abitazione dove e’ stata rinvenuta documentazione che pare di interesse, schede telefoniche e telefonini e documenti che saranno analizzati nelle prossime ore”, conclude.