fbpx

Caso Denise Pipitone, il testimone della lettera anonima svela la sua identità: incontro con l’avvocato Frazzitta

Caso Denise Pipitone, svelata l’identità del testimone che ha inviato la lettera anonima: incontro faccia a faccia con l’avvocato Frazzitta

Importante novità sul caso riguardante la scomparsa di Denise Pipitone, la bimba svanita nel nulla il 1° settembre del 2004. Dopo 17 anni di silenzi e omertà che hanno ostacolato le indagini, impedendo di ricostruire il puzzle riguardante la scomparsa della bimba, qualcosa ha iniziato a muoversi. Anzi, qualcuno. Un super testimone ha inviato una lettera anonima all’avvocato Frazzitta, spiegando di aver visto personalmente Denise Pipitone nei momenti successivi alla scomparsa: la bimba si trovava in macchina con 3 persone, piangeva e urlava “aiuto mamma“. Il testimone è sicuro al 100% che la bimba in questione fosse Denise. Alcuni dettagli riportati nella lettera sono stati ritenuti attendibili, dunque la testimonianza della persona ha ottenuto una forte credibilità ai fini delle indagini. L’avvocato Frazzitta e Piera Maggio, madre della piccola, hanno lanciato un appello congiunto affinchè l’anonimo si facesse avanti. Appello che, a quanto sembra, non è caduto nel vuoto.

L’anonimo si è presentato, in gran segreto, nello studio legale dell’avvocato Frazzitta. Si tratta di un uomo che viveva a Mazara del Vallo al momento della scomparsa di Denise Pipitone, ma che ora vive nel Trapanese. Il testimone, dopo aver spiegato di essere rimasto in silenzio per 17 anni per paura di ritorsioni, ha deciso di parlare. Dalle sue dichiarazioni, se decidesse di rivolgersi anche alla Procura, potrebbero venir fuori importanti sviluppi su un caso che resta ancora avvolto nel mistero.