fbpx

Caso Denise Pipitone, segnalata la presenza del corpo della bimba nella vecchia casa di Anna Corona: indagano i Carabinieri

Caso Denise Pipitone, una macabra segnalazione anonima invita a cercare il corpo della bimba dentro un muro della vecchia casa di Anna Corona

Una telefonata dai risvolti piuttosto macabri. È questa la nuova pista che seguono i carabinieri della sezione Rilievi del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Trapani, coadiuvati dai colleghi della Compagnia di Mazara del Vallo, in merito al caso Denise Pipitone. La segnalazione (anonima solo per i media, l’avvocato Frazzitta ha fatto intendere di non poter rivelare l’identità della persona) invita a cercare il corpo della piccola bimba scomparsa il 1° settembre 2004 da Mazara del Vallo nella vecchia casa di Anna Corona, ex moglie di Pietro Pulizzi e madre di Jessica Pulizzi, indagata nelle fasi iniziali delle indagini e poi assolta nei 3 gradi di giudizio. Così come la figlia, anche Anna Corona è finita fra le principali sospettate nelle fasi iniziali delle indagini. Recentemente Piera Maggio, madre di Denise Pipitone, ha parlato di una sorta d’infatuazione che Anna Corona provava nei suoi confronti.

Il corpo della bimba sarebbe stato nascosto in un muro appositamente creato nella casa di Via Pirandello 55 attraverso dei lavori edili iniziati, misteriosamente, poco dopo la scomparsa della piccola. I Carabinieri indagheranno inoltre sull’esistenza di una presunta botola collegata ad uno scantinato. Il sopralluogo è stato disposto dalla Procura di Marsala che nei giorni scorsi ha riaperto l’indagine. “I proprietari della casa sono in Svizzera, io ho solo portato le chiavi della palazzina ai Carabinieri che me le hanno chieste – ha riferito ai giornalisti, la custode – La palazzina è disabitata da un anno“.

Caso Denise Pipitone, l’avvocato Frazzitta chiarisce: nessuna conferma da parte della Procura

L’indiscrezione riguardante il corpo della bimba nascosto in un muro, venuta fuori nel corso della trasmissione di Rai 2 ‘Ore 14’, alla quale stavano partecipando Piera Maggio (madre di Denise) e il suo avvocato, è stata smentita da fonti investigative di Marsala. L’avvocato Frazzitta ha reso noto di avere ricevuto un link con la pubblicazione dell’indiscrezione che non ha però trovato alcuna conferma ufficiale da parte della Procura. Il legale ha stigmatizzato la fuga di notizie, mentre la mamma di Denise, visibilmente provata, ha chiesto di abbandonare la trasmissione.

Caso Denise Pipitone, parla Piera Maggio: “scioccata, non sapevo si stesse cercando il cadavere di mia figlia”