fbpx

Caso Denise Pipitone, il retroscena di Felice Grieco: “mostrai il video di Danas alla polizia, rimasero scioccati”

Caso Denise Pipitone, il retroscena della guardia giurata Felice Grieco: il filmato di Danas mostrato ad una poliziotta che chiamò subito i colleghi

Fra le innumerevoli segnalazioni dell’avvistamento di Denise Pipitone, la quasi totalità si è rivelata un buco nell’acqua, una in particolare resta ancora oggi attendibile. Si tratta del mistero legato all’identità della piccola Danas, la bimba avvistata in compagnia di alcuni rom e filmata dalla guardia giurata Felice Grieco a Milano. Nel video girato dall’uomo, la bimba sembra rispondere con un’inflessione vocale tipicamente siciliana. Un episodio che per anni ha tormentato Felice Grieco che, insicuro sull’intervenire o meno provò a prendere tempo, cercando di offrire alla bimba una pizza comprata nella rosticceria lì vicino: in quel momento però i rom se ne andarono di colpo.

La dovevo fermare, mi sarei tolto ogni dubbio. Chiesi di inventare una scusa per poterlo fare, mi dissero di no. Ero nervoso, non sapevo come agire. Se l’avessi bloccata e non era lei sarei finito nei guai“, ha dichiarato Grieco al programma “Storie Italiane”. Una volta arrivata la polizia sul posto era ormai troppo tardi. Grieco mostrò comunque il filmato ad una poliziotta, la cui reazione fu alquanto eloquente: “quando è arrivata la pattuglia chiedendomi dove di trovasse la bambina gli ho fatto presente che, dato il tempo passato, il gruppo era andato via. Chiesi alla poliziotta se le potevano interessare i filmati che avevo fatto e glieli ho mostrati. Lei è sbiancata e ha invitato per radio i colleghi a fare controlli a tappeto, ma tutto il gruppo era sparito senza lasciare traccia”.