fbpx

Caso Denise Pipitone, il contenuto della lettera anonima: la bimba portata in macchina con 3 persone

Caso Denise Pipitone, rivelati alcuni dettagli sul contenuto della lettera anonima: il testimone afferma di aver visto la bimba in macchina con 3 persone

Sono diciassette anni che so e sono serissimo, il 100% della realtà dei fatti sulla scomparsa di Denise Pipitone. Io non ho parlato prima per paura”. Un silenzio finalmente interrotto. Questo è uno dei passaggi della lettera anonima inviata all’avvocato Giacomo Frazzitta, una copia della quale è stata recapitata anche a ‘Chi l’ha visto?’. La trasmissione RAI, che fin dai primi momenti si è occupata del caso Denise Pipitone, ha analizzato la vicenda rivelando alcuni dettagli della missiva. Si tratta di un testo di 3 pagine, nel quale vengono rivelate testimonianze importanti sul momento più oscuro della vicenda, quello relativo ai primi momenti della scomparsa della bimba avvenuta a Mazara del Vallo il 1° settembre 2004.

Ci è arrivata questa lettera anonima che è composta da ben tre pagine dense di notizie. – ha spiegato Federica Sciarelli, conduttrice del programma – Una lettera in cui un anonimo dice di aver visto Denise. Dice di aver visto Denise in una macchina, con chi l’ha vista e cosa ha visto davvero. Quella che ho in mano è una copia, la lettera è a disposizione della Procura. La stessa lettera che è arrivata a Giacomo Frazzitta perché ci siamo ovviamente confrontati”. Alcune rivelazioni sono state ritenute attendibili al punto che sia l’avvocato che Piera Maggio, mamma della bimba scomparsa, hanno chiesto a più riprese all’anonimo di farsi avanti per ottenere maggiori informazioni. Senza dubbio la sua testimonianza oculare potrebbe rivelarsi preziosissima nel riconoscere le persone presenti con la bambina in una situazione che alimenta la pista del rapimento.

Le lettere anonime se non sono supportate da qualcosa, non dico una fotografia, rimangono lettere anonime. Lui descrive una scena di cui dice di essere sicuro, stava nella sua automobile a Mazara del Vallo quando viene affiancato da un’altra auto, viene toccato allo specchietto e vede cosa c’è nell’altra macchina. Dice di aver visto Denise e che ci sono tre persone“, ha concluso la Sciarelli.