fbpx

Caso Bentivoglio, Klaus Davi: “l’amministrazione comunale di Reggio Calabria torni sui suoi passi”

Klaus Davi reggio calabria

Caso Bentivoglio, Klaus Davi: “l’amministrazione comunale di Reggio Calabria torni sui suoi passi, prevalga il buon senso”

“Solo cinque mesi fa Demetrio Delfino – esponente dell’amministrazione Falcomatà – difendeva la scelta della giunta di affidare un Covid Hotel a un imprenditore giudicato dal boss Carmine De Stefano ‘roba sua’“. Lo ha dichiarato Klaus Davi.E con quanta infantile e sfrontata (e disinformata?) protervia Delfino – prosegue- dettava comunicati ai giornali in cui difendeva strenuamente la controversa scelta, e per fortuna foto e testi della sua presa di posizione sono scolpiti nel web qualora qualcuno volesse approfondire le vere ragioni ‘politiche’. Oggi apprendiamo che la stessa amministrazione ha mandato una sorta di minaccia burocratica a un simbolo dell’antimafia come Tiberio Bentivoglio. Da chi si è fatto eleggere grazie alle manipolazioni nei seggi, ci aspettiamo questo ed altro. Ma comunque crediamo che ora debba prevalere il buon senso e auspichiamo che si possa individuare una mediazione con Bentivoglio. Da Reggio non può partire un messaggio secondo cui solo un certo tipo di imprenditore viene ‘premiato’ (amico degli amici) mentre chi contrasta il crimine viene lasciato solo”, conclude.