fbpx

Calciomercato Reggina, il punto sulla rosa tra scadenze di contratto e prestiti: in tanti ritornano alla base

Reggina-Monza gol Rivas Foto StrettoWeb

Reggina, il punto sulla rosa amaranto prima che il calciomercato entri nel vivo: scadenze di contratto e prestiti, questa la situazione

La stagione della Reggina è terminata. Lo 0-4 contro il Frosinone di lunedì ha sancito il rompete le righe per la squadra di Baroni, che già da qualche giorno è in vacanza. Sia chiaro, si parla di campo e si parla di calciatori. Perché per la dirigenza e soprattutto per il direttore sportivo è adesso che inizia il bello. Le prime settimane, in attesa che terminino gli altri campionati, saranno quelle delle valutazioni: dopo il saluto di commiato a Baroni da parte della società, con Taibi che nel frattempo ha raggiunto Reggio Calabria inseguito alla guarigione dal Covid, ci si rivedrà a breve con l’allenatore per decidere il futuro e carpire le sue richieste.

E, se il presidente qualche giorno fa ha assicurato che non ci saranno rivoluzioni di mercato sull’organico, tante delle scelte potrebbero dipendere proprio dalla conferma o meno del tecnico fiorentino. Puntellare la rosa ripartendo dall’ossatura esistente e con le caratteristiche che chiede Baroni, oppure modificarle in base all’eventuale nuova guida tecnica. Ciò che è certo, al di là delle volontà delle varie parti, è che alcuni giocatori arrivati in prestito torneranno (almeno inizialmente) alla base, mentre quelli in giro per l’Italia ma di proprietà amaranto faranno ritorno nello Stretto entro il 30 giugno. Facciamo il punto di seguito sulla rosa amaranto al completo tenendo conto dei ritorni dai prestiti ed escludendo i calciatori non di proprietà.

PORTIERI

  • Guarna (2022)
  • Nicolas (2021)

DIFENSORI

  • Cionek (2023)
  • Loiacono (2022)
  • Rossi (2022)
  • Gasparetto (2022)
  • Stavropoulos (2022)

CENTROCAMPISTI

  • Crisetig (2022)
  • Faty (2023)
  • Bianchi (2021)
  • Bellomo (2022)
  • Crimi (2022)

ESTERNI

  • Liotti (2022)
  • Situm (2023)
  • Di Chiara (2022, prestito biennale)
  • Lakicevic (2022)

ATTACCANTI

  • Menez (2023)
  • Denis (2022)
  • Montalto (2022)

RITORNI DAI PRESTITI

  • Farroni (2022)
  • Rolando (2022, diritto di riscatto del Bari o obbligo in caso di promozione)
  • Garufo (2022)
  • Paolucci (2022)
  • Mastour (2022)
  • Vasic (2023)

Anche per Rubin e Marchi termina il prestito, ma il loro contratto con la Reggina scade il 30 giugno 2021, quindi è presumibile che abbiano concluso la propria esperienza in amaranto. Marcucci all’Entella è invece legato da un prestito biennale e dunque rimarrà ancora un’altra stagione a Chiavari.

CALCIATORI NON DI PROPRIETA’ CHE TORNANO ALLE SOCIETA’ DI APPARTENENZA

  • Plizzari
  • Delprato
  • Dalle Mura
  • Rivas (riscatto e controriscatto)
  • Folorunsho
  • Chierico
  • Kingsley
  • Micovschi
  • Edera
  • Okwonkwo
  • Petrelli

Per Rivas, come specificato, vale la formula particolare. Qualora la Reggina decida di non eseguire il controriscatto, tornerà in automatico all’Inter. In caso contrario, i nerazzurri hanno il diritto del controriscatto, a meno che non rinuncino e a quel punto il giocatore diventa di proprietà della Reggina.

Calciomercato Reggina: le prime considerazioni sulla rosa

Calciatori in scadenza

Ben due sono i calciatori in scadenza tra un mese e mezzo: Nicolas e Bianchi. Del primo ne ha parlato pubblicamente Taibi, spiegando che attende solo l’incontro col procuratore per poter discutere del rinnovo. Il portiere brasiliano ha dato disponibilità. Il secondo aspetta invece una chiamata per poter esporre le proprie intenzioni.

Capitolo Rivas

La società si siederà a tavolo con l’Inter per discutere. A prescindere dal riscatto e dall’eventuale controriscatto, il suo agente qualche giorno fa si è già esposto pubblicamente spiegando che non mancano le richieste per l’honduregno dalla Serie A italiana e dall’estero.

Possibili rinnovi dei prestiti

Tanti sono i calciatori che la Reggina ha ricevuto in prestito e che torneranno alla società di appartenenza. Con qualcuno di loro potrebbe esserci la possibilità di intavolare un rinnovo o magari altro (come accaduto per Rivas) ma molto dipende dalla volontà dei giocatori stessi e dai club di proprietà. Uno su tutti, ovviamente, Folorunsho, su cui Taibi si è già più volte espresso nel corso della stagione. Dovrà parlare col Napoli. Tra gli altri, probabile il saluto di chi è stato poco utilizzato, tra cui Plizzari, Chierico, Kingsley, Petrelli. Edera aveva manifestato disponibilità a rimanere, ma il lungo stop dopo il grave infortunio ha fatto saltare probabilmente ogni piano. Capitolo a parte per Gasparetto e Rossi, che pur essendo ancora della Reggina troveranno probabilmente altra sistemazione dopo che sono finiti fuori lista da gennaio.