fbpx

Incassano i buoni spesa Covid dichiarando il falso, 20 persone denunciate in Calabria

buoni spesa

I Carabinieri della Compagnia di Soverato hanno denunciato alla Autorità Giudiziaria 20 persone ritenute responsabili dei reati di truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche e falso, poiché, in base agli accertamenti esperiti, avrebbero percepito illegittimamente il “buono spesa covid-19”

Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia di Soverato hanno denunciato alla Autorità Giudiziaria 20 persone ritenute responsabili dei reati di truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche e falso, poiché, in base agli accertamenti esperiti, avrebbero percepito illegittimamente il “buono spesa covid-19” erogato per le famiglie in difficoltà. L’articolata attività dei militari, dal mese di dicembre 2020, ha evidenziato una serie di false attestazioni nelle domande presentate al Comune, ente erogatore del sostegno, riguardo la posizione di indigenza e necessità dei soggetti richiedenti, la reale composizione dei nuclei familiari, l’omessa comunicazione di ricevere, nel periodo considerato, altri indennizzi statali (reddito di cittadinanza, indennità di disoccupazione e pensione statale). I comuni del soveratese che sono stati interessati dagli accertamenti sono Cardinale, Soverato, Satriano e Santa Caterina.