fbpx

Processo Miramare, Angela Marcianó pubblica i documenti: “ecco come ho spiegato in Giunta che era un palese abuso d’ufficio” [FOTO]

Processo Miramare, la difesa dell’ex Assessore ai Lavori Pubblici Angela Marcianò in seguito a quanto emerso dall’udienza di ieri

Una nuova pagina del Processo Miramare è stata scritta ieri, con l’udienza che ha visto di fronte ai giudici anche il Sindaco Falcomatà e il suo “secondo” (nella giunta precedente) Armando Neri. Tra i nuovi atti emersi, spunta una chat whatsapp tra quest’ultimo e Angela Marcianò risalente al 16 luglio 2015, giorno in cui sembrerebbe essere stata firmata la delibera per la concessione del bene all’associazione “Il Sottoscala” di Paolo Zagarella, amico del primo cittadino di Reggio Calabria. Dai messaggi emergerebbe la posizione dell’ex Assessore ai Lavori Pubblici, che sarebbe stata presente anche dopo le 18 di quel giorno, a differenza della sua versione, e cioè quella secondo cui avrebbe lasciato Palazzo San Giorgio nel pomeriggio. Scontrandosi da sola, tra l’altro, con una parte di maggioranza con cui lei era in disaccordo.

E’ a questo, però, che Angela Marcianò ha risposto su Facebook attraverso un post ricco anche di documenti che certificano la sua posizione. Eccolo integralmente:

“Carissimi Amici,
mi pare opportuno completare un quadro che incredibilmente ci si ostina a strumentalizzare contro il vero.
A conferma del fatto che:
1) il 16 luglio 2015 non è stata approvata la cd. delibera “Miramare” grazie al mio dissenso;
2) il tentativo di indurmi a votare favorevolmente si è ripetuto con toni a dir poco aspri, anche nella successiva riunione di Giunta del 27 luglio ( in cui fui zittita dal Sindaco per aver ribadito la mia totale contrarietà all’approvazione della medesima delibera spiegando che si trattava di un “palese abuso d’ufficio”). Circostanza che ho comunicato con un sms severissimo e inequivocabile all’assessore Neri ed anche all’allora dirigente dei LL.PP., Ing. Romano;
3) il dissenso è stato da me formalmente ribadito anche alla Segreteria generale a mezzo Pec, allego di seguito le prove di quanto affermo, che non necessitano di alcun altro commento”.

documento marcianò miramare 2

documento marcianò miramare 2