fbpx

Villa San Giovanni, confronto presso l’Unione Nazionale Consumatori con l’Assessore al Bilancio e Tributi Nino Giustra

Villa San Giovanni, confronto presso l’Unione Nazionale Consumatori con l’Assessore al Bilancio e Tributi Nino Giustra: “occorre garantire l’ente e tutelare i diritti dei contribuenti e mirare a un sistema tributario comunale efficiente ed equo”

Il “Regolamento per l’applicazione del canone patrimoniale di concessione e per l’occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile, le aree destinate a mercati realizzate in strutture attrezzate, l’autorizzazione o l’esposizione pubblicitaria e le affissioni pubbliche” e stata l’occasione per un incontro tenutosi presso la sede villese dell’Unione Nazionale Consumatori, tra il Responsabile dell’associazione dei consumatori e presidente del Centro di Orientamento Giuridico dei Consumatori, Tullio Caracciolo e l’Assessore al Bilancio e Tributi, Nino Giustra. Una occasione importante e utile attraverso un confronto costruttivo, volto a tutelare i diritti dei consumatori, garantendo, nel contempo, le esigenze di rispetto del bilancio dell’ente. Diverse le questioni affrontate, durante l’incontro, dalle problematiche inerenti, il servizio idrico integrato con l’avviso del Comune di Villa San Giovanni che intima l’interruzione del servizio ai soggetti morosi che hanno ricevuto nei mesi scorsi diffida e messa in mora per mancato pagamento del canone. Ma anche le tariffe del servizio idrico che ad parere dell’Unione Consumatori sono esagerate e meritano essere riviste, specie per gli utenti che possiedono una seconda abitazione. Anche la questione diritti e cauzioni, richiesti per la voltura dei contratti, appare esosa per l’associazione consumatori. Inoltre, l’istituto della prescrizione, che in tema di servizio idrico, è biennale dallo scorso 1 gennaio 2020 e non più quinquennale. Un confronto anche in merito la proposta di “Regolamento transitorio del Canone Patrimoniale di Concessione, Autorizzazione o Esposizione Pubblicitaria” ( canone c.d. unico), nel corso dell’incontro. Il Canone unico patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria è istituito ai sensi dell’art. 1, comma 816, della Legge n. 160 del 27/12/2019, in sostituzione della TOSAP e dell’ICP e del DPA e sostituisce la tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche e limitatamente alle sole occupazioni temporanee di cui al comma 842, dell’art. 1 della Legge160/2019, la tassa rifiuti di cui all’art. 1, commi 639 e seguenti, della Legge n. 147/2013. Poi il confronto sulla proposta di nuovo “Regolamento per la disciplina delle procedure di rateizzazione, rimborso e compensazione dei tributi e delle entrate comunali”. Un regolamento, molto atteso e voluto dall’Unione Nazionale Consumatori e dai cittadini, che per l’assessore Giustra “sostituirà il precedente e disciplinerà in senso migliorativo ed innovativo gli aspetti legati alla rateizzazione, ai rimborsi, alle compensazioni dei tributi e delle entrate comunali, ivi compresi, il canone relativo al sevizio idrico integrato e le sanzioni per violazioni al CdS”, con la previsione di una m semplificazione delle procedure, ed un numero maggiore di rate a seconda della fascia di importo da rateizzare (da 20 sino ad 84 ), con la previsione di versare un acconto pari al 20% solo per gli importi superiori ai 20.000,00.euro. L’Associazione dei Consumatori ritiene utile che l’ente si doti di una disciplina meglio articolata e non transitoria in materia di tributi ed altre entrate comunali ed il lavoro che gli uffici comunali e l’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco f.f. Maria Grazia Richichi grazie all’assessore Nino Giustra, sta mettendo in campo va nella giusta direzione, ovvero, tutelare i cittadini-contribuenti e nel rispetto delle previsioni di legge e bilancio, mirareo ad un sistema tributario comunale efficiente ed equo.