fbpx

UFC Fight Night, Marvin Vettori domina il trash talker Holland: successo per decisione unanime

UFC Fight Night, Marvin Vettori si impone nel main event contro Kevin Holland: successo per decisione unanime, decisiva la lotta a terra

Ancora una volta un forfait, Marvin Vettori ci ha fatto l’abitudine. Darren Till, l’avversario designato inizialmente per UFC Fight Night Las Vegas, un sabato sera da passare in compagnia delle MMA ad un orario apprezzabile anche in Italia, si è chiamato fuori: motivazione ufficiale un problema alla clavicola. Infortuni, malori improvvisi, Covid: ne capita sempre qualcuna agli avversari dell’azzurro. Il bello dell’UFC è che la sfida diventa quasi una ‘open challenge’ alla quale si può proporre un nuovo sfidante e il nome di ‘The Italian Dream’, 4 vittorie consecutive e 6ª piazza nel ranking dei pesi medi, potrebbe diventare uno scalpo importante in caso di vittoria, ma anche un osso durissimo da battere.

L’azzurro ha nel mirino Israel Adesanya, campione in carica che lo sconfisse nel 2018 in un match combattutissimo, nel quale il nigeriano rischiò seriamente di uscirne perdente. Quello di oggi è però un altro Marvin, più sicuro, più cattivo, più trash talker e soprattutto più forte. Va dato atto dunque a Kevin Holland di non aver avuto paura di accettare la sfida di questa notte, con appena 7 giorni di preavviso, soprattutto dopo aver combattuto e perso contro Brunson lo scorso 20 marzo. Kickboxer americano, numero 10 dei pesi medi, Holland ha una buona resistenza, discrete skills in piedi e se la cava anche lui con il trash talking: due anni fa sconfisse per decisione unanime un altro azzurro, Alessio Di Chirico.

UFC Fight Night: Marvin Vettori vs Kevin Holland, il risultato del match

Primo round intenso e molto equilibrato. Si parte con un calcio di Holland che prende in pieno i gioielli di famiglia di Vettori: pausa e richiamo da parte dell’arbitro. L’americano fa valere le leve lunghe, pur senza creare grossi problemi. L’italiano prova a portarlo a parete, poi a terra, ma i takedown non danno il risultato sperato. Sul finire del round entra un bel sinistro di Vettori. Il secondo round si svolge interamente a terra: Vettori riesce subito a portare l’avversario al tappeto, mantiene la posizione dominante e piazza anche qualche buon colpo aggiudicandosi il round. Dopo un rapido controllo medico all’occhio di Holland si passa al terzo round: ‘The Italian Dream’ riprova il controllo a terra, passa in full mount position e tenta di connettere un’arm triangle choke che però non dà i risultati sperati. Holland si salva, torna in piedi e riesce a piazzare un gancio destro sul finire del round.

Nel quarto round il copione si ripete. Vettori sa che nella lotta a terra può avere la meglio: prima piazza un sinistro, poi nuovo takedown e giù in controllo. Secondo tentativo di sottomissione, ma non va a segno nemmeno questa volta. Il fighter di Mezzocorona domina, pur senza strafare: altro round a Vettori. Ultima ripresa, quella decisiva. ‘Big mouth’ Holland provoca l’italiano, lo centra anche con un pugno molto pericoloso, dunque Marvin sceglie di tornare a terra e controlla la contesa fino al suono del gong. Marvin Vettori vince per decisione unanime 50-44 aggiudicandosi tutti e 5 i round.