fbpx

La Superlega vacilla: 6 squadre pronte al dietrofront, possibile meeting per lo scioglimento nella notte

CNL / Ansa

Possibile meeting per lo scioglimento della Superlega: 4 inglesi pronte al passo indietro, il Barcellona farà votare i soci, l’Atletico Madrid vacilla

La Superlega potrebbe già essere terminata. Un’idea, diventata realtà in una notte e durata, praticamente, due giorni. Le forti proteste dei tifosi, il dissenso dei giocatori, i media e le istituzioni politiche e sportive (che hanno minacciato ritorsioni) completamente contrarie all’idea di un torneo ‘per ricchi’ hanno fatto vacillare le certezze della metà dei club fondatori. Ed Woodward, CEO del Manchester United, uno dei 3 principali fondatori del torneo insieme ad Agnelli (Juventus) e Perez (Real Madrid) si è dimesso. I ‘Red Devils’, insieme al Manchester City e all’Arsenal starebbero pensando di lasciare il torneo. Il Chelsea avrebbe già pronte le carte per adire le vie legali. Il Barcellona è pronto a far votare i soci l’eventuale uscita del club, mentre anche l’Atletico Madrid non è più convinto della sua permanenza. Convocato per questa sera, ore 23:30, un meeting fra le squadre fondatrici per parlare della possibilità di sciogliere il progetto sul nascere.