fbpx

Superlega, si arrende anche la Juventus: “alcuni club pronti ad uscire, progetto impossibile da realizzare”

Foto di Alessandro di Marco / ANSA

Anche la Juventus sottolinea l’impossibilità di partecipare alla Superlega: il club bianconero si dice comunque sicuro della bontà dei presupposti

Anche la Juventus, una delle società fondatrici nella figura del vicepresidente del progetto Andrea Agnelli, ha ammesso l’impossibilità di portare a compimento la Superlega. Attraverso un comunicato ufficiale, il club bianconero ha sottolineato come l’addio di diversi club, fra i quali anche Inter e Milan, renda di fatto impossibile realizzare l’iniziale progetto con 12 squadre fondatrici: “essere al corrente della richiesta e delle intenzioni altrimenti manifestate di alcuni club di recedere da tale progetto, sebbene le necessarie procedure previste dall’accordo tra i club non siano state completate. In tale contesto la Juventus, pur rimanendo convinta della fondatezza dei presupposti sportivi, commerciali e legali del progetto, ritiene che esso presenti allo stato attuale ridotte possibilità di essere portato a compimento nella forma in cui è stato inizialmente concepito. La Juventus rimane impegnata nella ricerca di costruzione di valore a lungo termine per la Società e per l’intero movimento calcistico“.