fbpx

Rende ospiterà la serie A di Goallball e la finale di Coppa Italia di Torball

Goalball Foto di Gerry Penny / Ansa

La città di Rende ospiterà gli importanti eventi della Serie A di Goalball e la finale di Coppa Italia di Torball

Sarà Rende l’epicentro nazionale del “Goalball” e del “Torball”. Le discipline sportive più praticate nell’ambito della FISPIC (Federazione Italiana Sport Paralimpici per Ipovedenti e Ciechi) hanno inserito in calendario un doppio evento, Campionato Nazionale Serie A di Goalball (16-17 aprile) e Finale Coppa Italia di Torball (15-16 maggio), che promette di regalare emozioni intense e soprattutto la possibilità di far conoscere due attività che nel tempo si sono evolute dando la possibilità a moltissimi atleti di interpretare lo sport ad altissimo livello.

Il Torball è uno sport di squadra dedicato principalmente ad atleti non vedenti. Il Goalball, invece è uno degli sport per ciechi più praticato al mondo tanto da essere stato inserito nella lista delle discipline paralimpiche.

“Con enorme piacere sarò presente a Rende per le gare di Goalball – ha reso noto il presidente della FISPIC Sandro Di Girolamo – Dopo un periodo di sofferenze legate alla pandemia, finalmente abbiamo riavviato le attività agonistiche federali e i vari campionati. Parteciperò con grande gioia ad un evento così prestigioso e avrò modo di salutare gli amici dell’Olympia Rende che stanno svolgendo un ottimo lavoro”.

Proprio la Polisportiva Olympia di Rende, riconosciuta dal CIP (Comitato Italiano Paralimpico) per lo svolgimento di attività sportive rivolte a ragazzi ciechi e ipovedenti, è stata selezionata dalla FISPIC per organizzare questo doppio evento estremamente suggestivo: sul parquet si svolgeranno le gare della IIIª e IVª giornata di Serie A del campionato di Goalball e la Finale di Coppa Italia di Torball che potranno contare sulla collaborazione del comune di Rende che ha messo a disposizione le strutture cittadine.

“Il risultato raggiunto ci ripaga dei sacrifici e del lavoro che abbiamo portato avanti nel corso di tutti questi anni – afferma Franco Motta, presidente dell’Unione Italiana Ciechi Cosenza – Lo sport, il Torball ed il Goalball in particolare, hanno permesso il recupero fisico e l’integrazione di molti ragazzi che hanno avuto modo di ritrovare stimoli e interessi. Il salto di qualità della Polisportiva Olympia è la conseguenza di questo percorso. Saranno due eventi forse storici e sicuramente ripetibili su un territorio da sempre attento alle esigenze di ciechi e ipovedenti”.

L’evento vedrà il coinvolgimento di centocinquanta atleti che arriveranno a Rende accompagnati dai loro staff e dai loro supporter. Le squadre impegnate nella due giorni di incontri (in allegato il calendario delle gare) sono la Asd Polisportiva Olympia Rende, Asd Reggina UIC Onlus, Asd L’Aquilone, Asd Omero Bergamo A, Asd Omero Bergamo B, Gsd Colosimo. Riposano invece la Asd Blind Hawks Trento, Gsd Non, Semivedenti Bolzano.
Tutte le attività si svolgeranno osservando in maniera rigorosa le disposizioni sanitarie previste per il contenimento del Covid 19.

“È incredibile come in così pochi anni siamo riusciti a creare sul territorio rendese una realtà così importante e soprattutto in grado di competere ai massimi livelli – dice Giovanni Bilotti, dirigente delle Attività Paralimpiche dell’Asd Olympia – La nostra realtà, nata nel 2018, grazie al costante impegno dei nostri atleti, ci ha permesso di raggiungere in sole due stagioni la Serie A di Goalball e la finale di Coppa Italia di Torball. Questo non può che rappresentare un’opportunità in vista della candidatura di Rende a “Città dello Sport” nel 2023. Confido che le istituzioni e la comunità colgano questa enorme occasione per la nostra città”.