fbpx

Reggio Calabria, sequestrate due discariche abusive colme di rifiuti pericolosi: denunciate 2 persone

Reggio Calabria, l’assessore Brunetti: “Massima attenzione contro reati pericolosi per l’ambiente e la salute pubblica”

La Polizia Locale di Reggio Calabria ha scoperto e sequestrato due discariche abusive nella periferia nord della città e, contestualmente, ha denunciato due cittadini.

A seguito di specifici e finalizzati servizi, anche grazie al supporto di un drone in uso al Comando di Viale Aldo Moro, il personale del nucleo di polizia ambientale, agli ordini del dott. Marrapodi, ha individuato e sottoposto a sequestro due siti di stoccaggio rifiuti, altamente pericolosi, privi di qualsiasi autorizzazione. Nella prima area sono stati individuati numerosi veicoli a motore e rifiuti di vario genere, tra cui un ingente quantitativo di eternit. Nell’altro luogo adibito a discarica, invece, sono stati individuati oltre 200 scaldabagno in disuso, parzialmente interrati e annegati nel calcestruzzo. Si tratta, complessivamente, di circa mille metri quadri che, adesso, sono stati sottoposti a vincolo reale d’urgenza a disposizione dell’autorità giudiziaria, mentre i proprietari dei terreni sono stati deferiti per esercizio di discarica abusiva ed inquinamento ambientale.

Un plauso al lavoro degli uomini e delle donne del comandante Salvatore Zucco è stato espresso dall’assessore comunale Paolo Brunetti che, in una nota stampa, sottolinea l’importanza della “straordinaria operazione portata a termine dagli agenti della Municipale, dimostrazione tangibile di come sia altissima l’attenzione per reprimere reati particolarmente speciosi ed altamente nocivi per l’ambiente e la salute pubblica”.