fbpx

Reggio Calabria: pulizia straordinaria della Scalinata di via Giudecca [FOTO]

/

Reggio Calabria: pulizia straordinaria della Scalinata di via Giudecca. Iniziativa del gruppo spontaneo di cittadini Iloverc

Giornata di pulizia della Scalinata di via Giudecca a Reggio Calabria. L’iniziativa organizzata dal gruppo spontaneo di cittadini Iloverc proseguirà anche nella giornata di domani. “Qualcuno ha domandato- sottolinea il movimento di liberi cittadini- vale la pena spaccarsi la schiena per pulire qualcosa che fra dieci giorni sarà nuovamente sporca? Qualcuno ha anche detto: nci faciti u lavuru gratis o sinducu (fate il lavoro gratis al sindaco)! Tuttavia, la scalinata è impraticabile nell’interezza del suo complesso monumentale da oltre 10 anni, per via dell’incuria amministrativa, della lentezza burocratica, magari, per una mancanza di visione ecosostenibile e turistica o anche per disinteresse e sconforto degli abitanti e negozianti che vivono in prossimità; interrotta a metà della sua bellezza da una ridicola e ormai inesistente recinzione che identifica un’ipotetica area cantiere, completamente coperta da una vegetazione (quasi amazzonica), aperta a tossicodipendenti, clochard, tana per topi e gatti, discarica di rifiuti, escrementi, siringhe, carcasse di animali. La scalinata monumentale rientra fra le opere di contenimento del dislivello di terreno fra il centro storico e la zona collinare sovrastante per facilitare il collegamento, a piedi, fra la Via Possidonea e Via Reggio Campi; a doppia rampa con terrazzamenti, su 12 livelli, in pietra di Lazzaro, fu realizzata in un complesso omogeneo e scenografico ben visibile dalla via Possidonea sottostante, composta da una serie di importanti contrafforti in muratura intervallati da scalinate, di forma e dimensioni differenti, posizionate in continuità delle vie ortogonali alla linea di costa tali da creare quell’effetto a cannocchiale che dall’alto attraversa la città sino a toccare il mare. La scalinata di via Giudecca, oltre ad essere un elemento del paesaggio antropico cittadino, è memoria collettiva, è il ricordo di esperienze vissute dalla collettività vivente, della cui identità, fa parte integrante il sentimento del passato, ricordi condivisi, trasmessi e ricostruiti, di quando la cittadinanza usava quelle scale per rifornirsi d’acqua presso le famose “tre fontane” (bocche di tritoni bronzei delle quali si è persa traccia). L’insieme “scalinata + Via Giudecca”, inoltre, è interamente area pedonale, arteria necessaria al collegamento mare/monte in “mobilità dolce”, luogo strategico del tessuto urbano in “visione ecosostenibile” essendo unica via pedonale/ortogonale alle arterie parallele del centro storico, è “spazio creativo e meta turistica”, luogo di lettura e di contemplazione, luogo di gioco per bambini, aggregazione dei giovani e ritrovo per i più anziani. Vale la pena continuare? Si, continueremo a pulirla ed insisteremo con gli Enti competenti finché non sarà completamente restituita al decoro, finché il tapis roulant non sarà riattivato e reso fruibile insieme alla scalinata per poter restituire questo percorso di vita alla cittadinanza”, concludono gli organizzatori.