fbpx

Reggio Calabria, grave lutto per la prematura scomparsa di Franca Chirico: comunità di Sambatello sotto shock, la commovente lettera dello staff della Festa del Vino

franca sambatello

Reggio Calabria, lutto per la comunità di Sambatello: scomparsa prematuramente Franca Chirico

Triste giornata a Reggio Calabria per la prematura scomparsa di Franca Chirico, la donna sambatelliana era molto importante per la comunità. Il Direttivo e lo staff Festa del Vino di Sambatello ha voluto salutarla con questo toccante messaggio:

“Oggi per tutti noi è un giorno immensamente triste. È venuta a mancare una donna straordinariamente importante per tutta la comunità sambatellina e per la nostra amata festa del vino. Franca era una donna che non conosceva fatica, un pilastro del nostro evento.  Il suo stand, coordinato da altre grandi donne lavoratrici, è stato sempre fonte di orgoglio per tutti noi, con incassi importantissimi non solo per la bontà dei prodotti, ma anche per la straordinaria positività che si respirava in quell’ambiente, curato nei minimi dettagli dalla sua “capitana”. Collaborare con te è sempre stato facile, oltre che un piacere. Discreta, umile, instancabile lavoratrice, una straordinaria leader silenziosa, di quelle che sanno dare tanto al mondo a prescindere da quanto ricevono, l’ideale per ogni comunità. Abbiamo pregato tanto per te, siamo stati vicini ai tuoi cari figli, a loro volta cresciuti nel paese prima che nella festa. Purtroppo però, ci sono eventi incontrollabili”.

“Cara Franca, sai bene, essendo il nostro evento nato con uno scopo religioso e benefico, che dal cielo si prendono decisioni magari inspiegabili per noi ma con un profondo senso logico che al momento, da comuni mortali, non possiamo comprendere ma possiamo provare ad interpretare. Il signore ha scelto te per salire in cielo stavolta, voleva una leader, una guerriera e ha trovato una delle migliori della nostra piccola comunità. Oggi ci sentiamo tutti tremendamente impoveriti e probabilmente niente sarà più lo stesso senza la tua presenza. Il nostro pensiero adesso va a tutta la tua famiglia, in particolare ai tuoi tre figli, il loro cuore è anche il tuo e siamo sicuri che saprai proteggerli come facevi quando eri qui con noi. Una guerriera non muore mai comunque, cambia solo il luogo da cui difende i suoi affetti e tu, da oggi, proteggerai la tua famiglia dal luogo dove la visione è la migliore, il cielo.
Franca era tutti noi e noi, oggi, siamo tutti Franca. Un bacio, ovunque tu sia”.