fbpx

Reggio Calabria: una delegazione del MITI Unione del Sud si è riunita con i rappresentanti della Rete dei Comitati di quartiere per chiedere all’Amministrazione comunale la calendarizzazione del tavolo periodico di lavoro

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Reggio Calabria: una delegazione del MITI Unione del Sud si è riunita con i rappresentanti della Rete dei Comitati di quartiere  a Piazza Italia per chiedere all’Amministrazione comunale la calendarizzazione del tavolo periodico di lavoro così come concordato nel precedente incontro del 26 marzo 2021

In data 27 aprile una delegazione del MITI Unione del Sud si è riunita con i rappresentanti della Rete dei Comitati di quartiere del Comune di Reggio Calabria, in Piazza Italia (RC), per chiedere all’Amministrazione comunale la calendarizzazione del tavolo periodico di lavoro, così come concordato nel precedente incontro del 26 marzo 2021. Si precisa infatti che l’incontro per programmare insieme i primi interventi sul territorio, avrebbe dovuto svolgersi proprio nella giornata del 27 aprile, ma è stato rinviato dall’Amministrazione locale con “data da destinarsi” per motivi di rispetto delle normative anti-covid.
La risposta dai contorni generici non ha trovato consenso tra i membri della Rete dei Comitati di quartiere di conseguenza si è concordato di richiedere dei termini certi. Grazie anche all’intercessione delle forze dell’ordine una delegazione dei presenti, formata da Fabio Putortì per il MITI UdS e da Filomena Malara e Giovanni Posillipo per la Rete dei Comitati di quartiere, è stata ricevuta dal Presidente del Consiglio comunale Vincenzo Marra, dal Vice Sindaco Antonino Perna e dal Consigliere delegato al settore, Marcantonio Malara. Durante l’incontro si sono affrontate le criticità che hanno impedito lo svolgimento del primo “tavolo di lavoro” periodico, di conseguenza, al fine di consentire la partecipazione in sicurezza per tutte le delegazioni dei Comitati di quartiere presenti su Reggio Calabria, si è concordato di svolgere l’incontro presso il Parco Ecolandia, in data 13 maggio, alle ore 17:00. Si è anche stabilito il ruolo di supporto giuridico-amministrativo del MITI Unione del Sud in questo percorso, quale movimento civico che da più di 3 anni si occupa di promuovere a attuare gli Istituti di partecipazione popolare sul territorio, così come ha provveduto ad elaborare e depositare in data 26 aprile 2021, con la partecipazione della Rete dei Comitati, una petizione popolare, con un disegno normativo, per richiedere il riconoscimento e il funzionamento dei Comitati di quartiere in un Regolamento Comunale, in linea con l’articolo 8 del TUEL e le vigenti normative sulla trasparenza e partecipazione. Tale documento normativo garantirebbe, non solo l’apartiticità dei Comitati e la loro indipendenza dall’organo politico di governo, ma consentirebbe ai cittadini di partecipare fattivamente alla gestione del territorio, realizzando l’attuazione del Bilancio partecipativo, dato che l’Amministrazione comunale, in osservanza a tale strumento programmatico, è tenuta a concertarsi con i Comitati di quartiere prima di impegnare la spesa pubblica. Infine, si rende noto che nella stessa giornata una delegazione dei presenti formata da Fabio Putortì per il MITI UdS e da Francesco Nicolò, Giusy Vigna, Diego Lo Giudice e Giuseppe Andidero per la Rete dei Comitati di quartiere, grazie sempre all’intercessione delle forze dell’ordine, è stata ricevuta in Prefettura dal Capo di Gabinetto Marco Oteri, per conto del Prefetto di Reggio Calabria, Massimo Mariani. In tale sede si è provveduto a relazionare l’esito dell’incontro con l’Amministrazione comunale in quanto il Prefetto in persona, incontrato il 20 febbraio 2021, in occasione della manifestazione generale in Piazza Italia, si è impegnato a seguire l’attuazione del procedimento partecipativo richiesto dagli attivisti del MITI UdS e dalla Rete dei Comitati di quartiere. Il Capo di Gabinetto, già in possesso dell’istruttoria documentale di ogni Comitato, ha dimostrato di essere a conoscenza dei fatti e ha pertanto rinnovato l’impegno della Prefettura, in attesa che venga emanato un Regolamento comunale che dia garanzie giuridiche e democratiche ai Comitati di quartiere e quindi all’intera comunità locale. Fiduciosi pertanto che nella giornata del 27 aprile si sia concordato un percorso comune virtuoso tra i vari rappresentanti istituzionali del territorio e i cittadini, si provvederà a comunicare periodicamente gli esiti dei prossimi incontri.

Foto di repertorio