fbpx

Reggio Calabria: i dati della conversazione sul cinema erudito di Peter Greenaway [VIDEO]

Reggio Calabria: “Peter Greenaway, il cinema erudito” è stato il tema del nuovo incontro, organizzato in remoto dal sodalizio culturale reggino, da remoto, che è stato oggetto di analisi da parte di Tonino De Pace, critico cinematografico e presidente del Circolo del cinema “Zavattini”

“Peter Greenaway, il cinema erudito” è stato il tema del nuovo incontro, organizzato in remoto dal sodalizio culturale reggino, da remoto, che è stato oggetto di analisi da parte di Tonino De Pace, critico cinematografico e presidente del Circolo del cinema “Zavattini”. Regista cinematografico e teatrale, sceneggiatore e pittore inglese, nato a Newport il 5 aprile 1942. “Tutti i miei film parlano della classificazione del caos” ha dichiarato il regista che si è più volte definito “un pittore su celluloide” e nella cui opera cinematografica confluiscono tutte le forme di sperimentazione, frutto dei suoi interessi molteplici e tuttavia coerenti. Studia pittura e cinema alla Walthamstow School of Art e tenta in seguito, senza riuscirvi, di entrare al Royal college of Art Film School. Come pittore ottiene la sua prima personale nel 1964 alla Lord’s Gallery. Negli anni successivi comincia a lavorare come tecnico del montaggio al Central Office of Information e a dirigere i primi cortometraggi. Nel 1982 viene presentato a Venezia “I misteri del giardino di Compton House” (The Draughtsman’s Contract), suo primo lungometraggio a soggetto. I suoi otto film successivi – fra cui: “Il ventre dell’architetto” (The belly of an architect, 1987); “Il cuoco, il ladro, sua moglie e l’amante” (The cook the thief his wife & her lover, 1989; “I racconti del cuscino” (The pillow book, 1996) – lo impongono come uno dei maggiori autori europei. Nel contempo realizza video, documentari e mostre che testimoniano il suo interesse per le diverse forme di espressione artistica. Tenuto conto dei protocolli di sicurezza anti-contagio e dei risultati altalenanti della pandemia di COVID 19 e nel rispetto delle norme del DPCM del 24 ottobre 2020 la conversazione sarà disponibile, sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, a far data da venerdì 2 aprile.