fbpx

Protesta Io Apro a Roma, Salvini si schiera: “da ministro avrei autorizzato il corteo e sarei sceso in piazza con i poliziotti”

Salvini Foto di Maurizio Brambatti / Ansa

Protesta Io Apro a Roma, Salvini si schiera a favore della legittimità della manifestazione: da ministro, il leader leghista, avrebbe autorizzato il corteo

Da ministro avrei autorizzato quel corteo: io sono sempre per la libertà di manifestare“. Si è espresso così Matteo Salvini in merito alla manifestazione ‘Io Apro’ svoltasi ieri a Roma. Una protesta pacifica, seppur carica di frustrazione, quella messa in atto da ristoratori e commercianti di tutta Italia, messi in ginocchio dalla crisi dovuta alla pandemia, che hanno chiesto al governo Draghi di accelerare con le riaperture. “Ci sarei andato io, in piazza, insieme ai miei poliziotti“, ha continuato Salvini, intervistato durante la conferenza stampa per la presentazione del libro ‘Salute o libertà: un dilemma storico-filosofico’ di Corrado Ocone parlando della manifestazione di ieri. “Siamo lì per rimanerci, finchè serve che stiamo lì, non siamo in metropolitana. Ma non per il gusto di stare al governo. Stiamo lavorando a un estate post-bellica, che sia l’inizio di un rinascimento non solo economico ma anche mentale. Ma non stiamo là a fare carta da parati“, ha concluso il leader della Lega.