fbpx

Protesta Io Apro, a Roma è pieno di gente! Manifestanti con le manette: “Non siamo violenti, vogliamo solo lavorare”

  • Foto di Angelo Carconi / Ansa
    Foto di Angelo Carconi / Ansa
  • Foto di Angelo Carconi / Ansa
    Foto di Angelo Carconi / Ansa
  • Foto di Angelo Carconi / Ansa
    Foto di Angelo Carconi / Ansa
  • Foto di Angelo Carconi / Ansa
    Foto di Angelo Carconi / Ansa
  • Foto di Angelo Carconi / Ansa
    Foto di Angelo Carconi / Ansa
  • Foto di Giuseppe Lami / Ansa
    Foto di Giuseppe Lami / Ansa
  • Foto di Giuseppe Lami / Ansa
    Foto di Giuseppe Lami / Ansa
  • Foto di Giuseppe Lami / Ansa
    Foto di Giuseppe Lami / Ansa
  • Foto di Massimo Percossi / Ansa
    Foto di Massimo Percossi / Ansa
  • Foto di Massimo Percossi / Ansa
    Foto di Massimo Percossi / Ansa
  • Foto di Massimo Percossi / Ansa
    Foto di Massimo Percossi / Ansa
  • Foto di Massimo Percossi / Ansa
    Foto di Massimo Percossi / Ansa
  • Foto di Massimo Percossi / Ansa
    Foto di Massimo Percossi / Ansa
  • Foto di Massimo Percossi / Ansa
    Foto di Massimo Percossi / Ansa
  • Foto di Giuseppe Lami / Ansa
    Foto di Giuseppe Lami / Ansa
  • Foto di Massimo Percossi / Ansa
    Foto di Massimo Percossi / Ansa
  • Foto di Giuseppe Lami / Ansa
    Foto di Giuseppe Lami / Ansa
/

La protesta di Io Apro ha avuto inizio, anche se è stato negato l’accesso a Montecitorio: manifestanti con le manette

E’ iniziata la protesta a Roma. I manifestanti di Io Apro hanno raggiunto gli altri commercianti – che da tutta Italia hanno sono arrivati nella capitale – con le manette in mano, in segno simbolico: “Noi non siamo violenti e questo è un segno che lo dimostra. Noi vogliamo solo riaprire in sicurezza e lavorare”, hanno affermato gli esponenti del movimento. Grandissimo dispiegamento di forze dell’ordine sin da stamattina, con controlli ai caselli autostradali e nelle stazioni. I manifestanti di Io Apro, che hanno raccolto migliaia e migliaia di lavoratori da tutta la penisola, non hanno potuto accedere a piazza Montecitorio e si apprestano a “marciare” per il centro della capitale, ben specificando di non utilizzare la violenza. “La violenza non va bene, sennò ci strumentalizzano”, dicono al grido di “libertà” coi megafoni. “Aspettiamo che arrivano tutti i pullman e poi faremo una bella passeggiata a Montecitorio”, affermano, mentre inizia ad esserci sempre più gente a piazza San Silvestro.

Da segnalare il lancio di qualche petardo che ha fatto desistere gli agenti dal trovare un “compromesso” coi manifestanti per entrare a Montecitorio, ma la protesta non si ferma. Le stesse forze dell’ordine hanno portato via di peso un manifestante.

Protesta Io Apro, il tweet di Giorgia Meloni

“Se lo Stato avesse impiegato la stessa forza che sta usando per impedire a migliaia di ristoratori disperati di poter manifestare nel dare ristori e risposte concrete per poter lavorare, probabilmente oggi nessuno sarebbe in piazza”. Lo scrive su Twitter la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.

Protesta Io Apro, una delegazione del movimento ricevuta dal Governo Draghi

“Una delegazione composta da Umberto Carriera, l’Avv Nannelli e Stefano Agnesini, sta per essere ricevuta al MEF dal Governo Draghi”. E’ quanto si legge sulla pagina Facebook di Io Apro.

Nel frattempo, sotto la pioggia battente, tanti punti nevralgici del centro di Roma sono presidiati dai manifestanti, con le camionette della polizia e gli agenti in tenuta antisommossa a provare a bloccare le vie d’accesso più importanti.