fbpx

Ponte sullo Stretto, il progetto è sicuro! Il risultato dello studio: “rispetta i criteri antisismici”

abitare il ponte messina

Il ponte sullo Stretto rispetta i criteri antisismici: il risultato di uno studio condotto su oltre 200 sondaggi sul terreno e 11.642 km di perforazioni

Il ponte sullo Stretto continua ad incassare pareri positivi nell’ottica di una sua eventuale costruzione. Dopo aver analizzato gli aspetti economici enormemente favorevoli, con 101 miliardi di guadagno in 30 anni a fronte dei 7 che servono per la realizzazione, quest’oggi vogliamo porre l’attenzione su un altro aspetto fondamentale riguardante il problema della sicurezza. In caso di terremoti, vista la storica frequenza con la quale tali eventi si ripetono nell’area dello Stretto, il ponte reggerebbe? La risposta è sì. La conferma è arrivata da uno studio condotto da Stretto di Messina ed Eurolink, consorzio che fa capo al gruppo Webuild: sono stati effettuati oltre 200 sondaggi sul terreno e 11.642 km di perforazioni nei luoghi in cui si dovrebbe costruire la struttura. Le università di Catania, Roma, Bergamo (laboratori Ismgeo) e Napoli hanno collaborato alle analisi.

Gli studi sono stati coordinati dal professore Fabio Lentini, già ordinario di Geologia all’Università di Catania, e dalla professoressa Francesca Bozzano, ordinario di geologia applicata alla “Sapienza” di Roma. Le analisi sono state condotte su una fascia di sottosuolo profonda dai 25 ai 100 metri. Sono stati prelevati dei campioni di terreno al fine di effettuare prove geotecniche e prove sismiche, le quali sono state eseguite anche in superficie nelle zone in cui dovrebbero sorgere le torri alte 400 metri. Per la prima volta, nell’analisi dei terreni ghiaiosi e sabbiosi di fondazione, è stat utilizzata la tecnica del congelamento attraverso l’azoto liquido. Le indagini effettuate sono state sottoposte al Comitato Tecnico, istituito all’inizio del progetto, che ha sottolineato a più riprese il rispetto di tutti i requisiti. Secondo i risultati ottenuti, i movimenti tettonici nell’area dello Stretto non sono in grado di generare spostamenti superiori a qualche centimetro al di sotto delle opere relative alle Torri su entrambe le sponde. La struttura dunque rispetta i criteri di sicurezza antisismici.