fbpx

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 saranno le prime senza pubblico? Hashimoto: “priorità proteggere salute atleti e spettatori”

Foto di Franck Robichon / EPA / Ansa

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 potrebbero essere le prime senza pubblico: l’ipotesi lanciata da Seiko Hashimoto, presidente del comitato organizzatore

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 potrebbero essere le prime a svolgersi senza pubblico. Ammesso che si svolgano. Il Cio ha già confermato lo svolgimento, i giapponesi preferirebbero rimandare a causa della pandemia. Seiko Hashimoto, ex stella del pattinaggio su ghiaccio nipponico, oggi presidente del comitato organizzatore, ha spiegato l’intenzione di dare priorità alla salute per “proteggere atleti e spettatori con qualunque mezzo possibile“. Entro fine maggio verrà ufficializzata la possibilità di proporre i Giochi a porte chiuse o consentire la presenza di pubblico. Attualmente il Giappone ha vietato l’accesso nel Paese a tifosi e turisti stranieri, scelta che sta creando non pochi problemi con il rimborso dei biglietti, circa 1 milione già venduti al di fuori del Giappone: i rivenditori hanno comunicato agli acquirenti che dovranno trattenere una quota tra il 20 e il 25% del compenso pagato per compensare le ingenti spese sostenute. Tale scelta renderà impossibile soddisfare l’aspettativa di vendere 7.8 milioni di tagliandi, auspicata prima dell’epidemia di Covid, con relativo impatto devastante sulla sostenibilità economica dei Giochi.