fbpx

Orlandina Basket, la seconda fase parte bene: battuta San Severo 75-72

Biella-Orlandina

L’Orlandina Basket parte con il piede giusto, battuta San Severo 75-72: commento e tabellino del match

Inizia con un successo la seconda fase del campionato di Serie A2 per l’Orlandina Basket, che al PalaFantozzi batte San Severo per 75-72. Una gara fatta di strappi, in cui i padroni di casa approcciano male, ritrovandosi sotto anche di 13 lunghezze in avvio di terzo quarto.
Johnson e compagni però non mollano e ogni volta riescono a rifarsi sotto, fino a portarsi in vantaggio nell’ultimo parziale, in cui è decisiva una palla rubata di Alberto Conti, che permette a Johnson di inchiodare il +3. I paladini dunque raggiungono in vetta alla classifica del girone blu Latina e Monferrato, a quota 6 punti. La prossima sfida è prevista per mercoledì sul campo di Rieti, con palla a due alle ore 16.00. Di seguito la cronaca della gara.

È un primo quarto a strappi il primo, aperto dalla tripla di Floyd, al quale rispondono Ogide, Clarke e Ikangi, che portano gli ospiti sul +6 in avvio (5-11). I paladini reagiscono e tornano sul -1 con la tripla di Gay e l’inchiodata di Johnson. Il nuovo break ospite, con Clarke, Mortellaro e la tripla di Antelli porta i pugliesi sul +8 (12-20), mentre dall’altra parte sono due punti di Moretti a chiudere il primo quarto sul 15-22.

Johnson appoggia il -5 in avvio di secondo parziale, ma San Severo scappa sul +12 con le triple di Contento e due punti di Mortellaro (18-30). Floyd tenta di riavvicinare i paladini, ma Contento è ancora caldissimo dalla lunga distanza e sono i giochi da tre punti di Gay e Moretti a riportare i paladini sul -3 (32-35). Quarto punti di fila di Mortellaro rimettono tre possessi di distanza tra le due formazioni, mentre il buzzer beater di Contento sulla sirena di fine primo tempo manda le squadre negli spogliatoi sul 32-42.

Ogide porta San Severo sul +13 in avvio di terzo quarto. Sono Gay e Floyd a tenere a galla i paladini, ma gli ospiti con Clarke, Contento e Ikangi riescono a mantenere 13 lunghezze di distanza (43-56). I paladini cambiano faccia in difesa ed è Johnson a scuotere i suoi, con 5 punti di fila che riportano Capo d’Orlando sul -8. San Severo rimette ancora 11 lunghezze tra sé e i padroni di casa con la tripla di Ogide (50-61), mentre Johnson manda le squadre sul 53-61 all’ultimo mini-intervallo.

Quattro punti di fila di Johnson, la tripla di Laganà e due punti di Floyd aprono l’ultimo periodo portando i paladini sul -1 (62-63). Clarke ne mette due, ma la tripla di Gay dall’angolo sigla il secondo vantaggio della gara per i padroni di casa (dopo il 3-0 iniziale) sul 67-65 a 3’ dalla fine. Sono Mortellaro, Contento e la tripla di Clarke a riportare gli ospiti sul +4 (68-72). I paladini però non mollano e con la bomba di Floyd e il 2/2 di Johnson passano in vantaggio. Fondamentale è la palla rubata da Conti, che consente a Johnson di inchiodare il +3 (75-72) a 7 secondi dal termine. San Severo prende il tiro per la parità, ma il ferro dice no e Capo d’Orlando si prende i primi due punti della seconda fase.

Orlandina Basket – Cestistica San Severo 75-72 (15-22; 32-42; 53-61)

Orlandina Basket: Diouf, Ravì n.e., Taflaj, Conti, Gay 16, Floyd 23, Laganà 6, Johnson 25, Del Debbio, Triassi n.e., Dore n.e., Moretti 5. Coach: Marco Sodini.

Cestistica San Severo: Bottioni, Mortellaro 12, Antelli 5, Angelucci, Contento 16, Maganza, Di Donato, Clarke 21, Petrushevski n.e., Ikangi 6, Ogide 12. Coach: Luca Bechi.