fbpx

Le Ricette di StrettoWeb – Salmone in salsa alle erbe

/

Le ricette di StrettoWeb: ricetta e tradizione del salmone in salsa alle erbe

Facilissimo da realizzare il salmone in salsa alle erbe è una ricetta che prevede pochissimi ingredienti ma garantisce un risultato eccezionale! Il gusto deciso del salmone unito, infatti, ad un condimento di erbe aromatiche profumatissime regala un secondo piatto nutriente e squisito. 

Difficoltà: facile

Preparazione: 10 minuti

Cottura: 15 minuti

Porzioni: 4 persone

Costo: medio

INGREDIENTI

700 gr. di salmone

250 ml di panna

Basilico, finocchietto, rosmarino e menta

1 spicchio d’aglio

100 ml di vino bianco

Sale, pepe e olio extravergine di oliva

Preparazione

Iniziate a lavare le erbe aromatiche e tritatele finemente prima di versarle in una ciotolina. Aggiungete la panna, tre cucchiai di olio extravergine, sale e pepe e mescolate con cura. Fate rosolare l’aglio in padella con un filo d’olio e scottate le fette di salmone col coperchio a fiamma bassa da entrambi i lati, conditele con sale e pepe e dopo qualche minuto sfumatele col vino bianco. Dopo che evapora aggiungete la salsa alle erbe e proseguite ancora la cottura col coperchio per 10 minuti a fiamma bassa. Servite il salmone ben caldo.

Conservazione

Il salmone è ottimo appena pronto ma si conserva anche per il giorno successivo.

Curiosità e benefici del salmone

Discendenti tutti da un’unica specie, i salmoni si sono successivamente differenziati in generi diversi occupando le aree settentrionali degli oceani Atlantico e Pacifico. Il Salmone atlantico è forse uno dei pesci più conosciuti al mondo: nasce in acqua dolce ma migra fino al mare percorrendo migliaia di chilometri per poi risalire controcorrente i fiumi compiendo balzi anche di tre metri per superare rapide e cascate e giungere, grazie alla sua memoria olfattiva, ai freddi corsi d’acqua d’origine dove depone le uova. Dovuta proprio a questa dura “risalita” è l’origine del suo nome latino, “salmo salar”, dal verbo “salire”. Il salmone oggi viene prevalentemente allevato e quello selvaggio si trova in abbondanza soltanto in Alaska dove la legge ne vieta l’allevamento. Considerata, questa, una specie dal forte impatto ambientale, se dovesse scomparire i suoi ecosistemi si modificherebbero in modo notevole. Consumato fresco, il salmone offre elevate proprietà nutrizionali come un apporto importante di proteine nobili, vitamine, fra cui la vitamina D, e sali minerali. Ma è soprattutto il pesce che racchiude in assoluto il contenuto maggiore di acidi grassi omega 3 che fluidificano il sangue e hanno effetti benefici sul cuore. Se in passato era una prelibatezza per pochi, oggi è un cibo simbolo di benessere e, nonostante i suoi numerosi benefici, non è consigliato abusarne o abbinarlo a cibi grassi essendo un alimento abbastanza calorico.

Il consiglio della zia

Una variante altrettanto gustosa è il salmone in padella con pomodori pachino ed olive nere.