Categoria: FOTO & VIDEOLE RICETTE DI STRETTOWEBNEWS

Le Ricette di StrettoWeb – Pasta al forno ai carciofi

Le ricette di StrettoWeb: ricetta e tradizione della pasta al forno ai carciofi

Da sempre piatto simbolo di condivisione e abbondanza tipico dei giorni di festa, la pasta al forno ha una storia incredibilmente antica, infatti, la prima testimonianza, riportata nel “De re coquinaria” di Marco Gavio Apicio, racconta di “… una pasta formata da sottili sfoglie farcite con carne e poi cotte…”. La pasta al forno, nelle sue mille declinazioni, è oggi un simbolo della cucina italiana nel mondo e questa variante ai carciofi come pure la ricca pasta al forno calabrese ne sono un esempio.

Difficoltà: facile

Preparazione: 25 minuti

Cottura: 30 minuti

Porzioni: 4/6 persone

Costo: medio

INGREDIENTI

300 gr. di mezzi rigatoni

500 gr. di carciofi

200 gr. di asiago

350 gr. di besciamella

1 spicchio d’aglio

50 gr. di parmigiano grattugiato

½ limone

Olio, sale e pepe

Preparazione

Pulite i carciofi eliminando il gambo e le foglie esterne più dure, private le rimanenti foglie delle estremità, tagliateli a spicchi e lasciateli in acqua e limone qualche minuto. Tamponateli e fateli rosolare con aglio ed olio in padella, aggiungete un po’ d’ acqua ed un pizzico di sale e fateli cuoceteli per circa 10 minuti. Nel frattempo, cuocete la pasta e tagliate a cubetti l’asiago. Scolate i rigatoni al dente e mescolateli ai carciofi, unite anche la besciamella e l’asiago e amalgamate bene gli ingredienti prima di versarli in una teglia da forno. Spolverate in superficie del parmigiano grattugiato ed infornate a 200 gradi per 20 minuti circa.

Conservazione

La pasta al forno ai carciofi si conserva in frigo per un paio di giorni.

Curiosità e benefici dei carciofi

Ortaggi tipici del Mediterraneo, i carciofi erano già conosciuti dagli antichi Greci col nome “Kinara” e furono apprezzati molto anche dai Romani che li chiamavano “Cynara scolymus”. L’origine del loro nome attuale, invece, è araba e viene da “al-kharshuf” che vuol dire “pianta spinosa”. Versatili, ipocalorici e ricchi di fibre, sono utili nel contrastare il colesterolo e nel regolare i livelli di glicemia nel sangue. Conosciuti soprattutto per la funzione protettiva del fegato, la loro azione disintossicante, digestiva e drenante è merito della cinarina, uno dei preziosi polifenoli che racchiudono. Ricchi anche di vitamine del gruppo B, calcio, fosforo e ferro, hanno un alto potere saziante e sono perfetti nelle diete se cucinati in modo adatto.

Il consiglio della zia

Nella pasta al forno ai carciofi potete sostituire l’asiago con la fontina o la scamorza ed aggiungere lo speck o altri salumi.