fbpx

Juventus, festa privata a casa McKennie e violazione delle norme anti-Covid: multate 10 persone fra cui Dybala e Arthur

Foto di Simone Arveda / Ansa

Festa privata nella villa di Weston McKennie: presenti anche Dybala e Arthur. Multate 10 persone, Juventus arrabbiata per l’accaduto

La Juventus non sta attraversando un grande momento. I bianconeri si trovano, dopo 9 anni, a dover inseguire nella corsa scudetto, hanno a che fare con infortuni e problemi di Covid (ultimi a fermarsi Bonucci e Demiral) e la gestione Pirlo zoppica fra l’uscita anticipata dalla Champions League e qualche difficoltà nell’espressione di un gioco che si avvicini allo standard richiesto da un club 9 volte Campione d’Italia consecutivamente. Se poi ci si mettono di mezzo anche i calciatori…

Il comportamento di alcuni tesserati ha fatto arrabbiare particolarmente il club bianconero. Weston McKennie ha organizzato una festa privata nella sua villa, invitando una decina di persone fra le quali anche Paulo Dybala e Arthur Melo, nonostante le restrizioni dovute al Coronavirus. Il gruppo si è divertito senza farsi troppi problemi, ma gli schiamazzi e la musica ha dato fastidio ai vicini che hanno chiamato i carabinieri. Arrivati sul posto, gli agenti ci hanno messo un po’ a farsi aprire la porta, a causa del forte rumore, al punto che stava per scattare la denuncia per resistenza. I militari hanno multato tutti i presenti per aver violato le norme anti-Covid, mentre la Juventus prenderà ulteriori provvedimenti verso i 3 calciatori, per altro alle prese con degli infortuni ancora in corso o appena smaltiti. Il tutto a pochi giorni dal Derby della Mole contro il Torino.