fbpx

C’è un’Italia che riapre totalmente: è quella di “Io Apro”! 1800 attività ripartiranno dal 26 aprile senza limitazioni e coprifuoco

Protesta Io Apro Foto di Angelo Carconi / Ansa

L’altra Italia, quella di “Io Apro”, riapre tutto dal 26 aprile: no limitazioni su colori, pass e coprifuoco. E 1800 attività hanno già aderito

Detto, fatto. E questa volta senza proteste, rischi di strumentalizzazioni o altro. “Io Apro” lo aveva annunciato sui social, ma oggi lo ha fatto anche in conferenza stampa: dal 26 aprile tutte le attività che hanno aderito all’iniziativa del movimento apriranno senza limitazioni di ogni tipo e senza coprifuoco. Dopo l’ultima manifestazione di Roma, in cui alcuni esponenti del movimento erano stati ricevuti da un sottosegretario, la categoria dei commercianti si aspettava risposte più “forti” da parte del Governo. Ma la limitazione delle aperture solo in zona gialla e solo all’aperto, con la conferma del coprifuoco per almeno tutto maggio, non gli è andata giù. E così il movimento ha fatto un passo avanti: niente più proteste, ma creazione di un “Governo ombra” in cui sarà permesso alle attività che lo vorranno di aprire senza limitazioni. Governo non reale, ovviamente, perché si tratta solo e soltanto di una provocazione.

E’ di questo che hanno parlato gli esponenti di “Io Apro” nella conferenza stampa di oggi a Roma, dopo il “viaggio” di ieri a Bruxelles per un confronto con europarlamentari. Durante l’incontro con i giornalisti è stato illustrato il progetto: dal 26 aprile aperture di ogni tipo di attività, senza coprifuoco, fasce a colori, pass particolari e specifici. Già in 1800 hanno aderito e da lunedì ripartiranno. Rischio multe? Ovviamente c’è, ma a tutelarli è presente l’avvocato Lorenzo Nannelli, che tutelerà tutti e non lascerà soli i commercianti.