fbpx

Gelmini: “Da maggio ritorno alla vita, siamo all’ultimo miglio. Gli italiani sono stanchi…”

mariastella gelmini Foto Ansa

Parole ottimistiche da parte del ministro di Affari Regionali e Autonomie Mariastella Gelmini sulle riaperture da maggio in poi

Il ministro di Affari Regionali e Autonomie Mariastella Gelmini si dice ottimista sulle riaperture dopo aprile, con l’accelerazione della campagna vaccinale che comporterà una ripresa graduale dal mese prossimo: “Aprile sarà il mese del ritorno a scuola, almeno per buona parte degli studenti. Maggio però segnerà il progressivo ritorno alla vita. Non facciamo promesse campate in aria, ma stavolta siamo davvero all’ultimo miglio, ecco perché dobbiamo tenere duro – ha detto in un’intervista a La RepubblicaGli italiani sono stanchi, dopo 13 mesi di sacrifici, lo capiamo. Adesso tuttavia si può pensare alle prime riaperture nelle prossime settimane”.

Poi la discussione si sposta sul tema vaccini e il ministro intravede la luce: Con altri 8 milioni di vaccini in arrivo ad aprile avremo un cambio di passo. Le decisioni le prendiamo sulla base dei numeri. E i quasi 24 mila contagi e i 501 morti di ieri dimostrano che non possiamo ancora aprire come avremmo voluto. Col decreto varato, appena i dati lo consentiranno, si potrà subito intervenire e alleggerire i vincoli. Il provvedimento ridà speranza all’Italia. Dopo due settimane dall’entrata in vigore, dunque verosimilmente dal 20 aprile, col calo dei contagi e l’incremento delle vaccinazioni potremo pensare alle riaperture laddove sarà possibile. Salvini continua a ripetere che è la scienza a decidere e la politica ad adottare le scelte conseguenti. E così sarà. Si dicono soddisfatti anche loro. In Italia sono state inoculate 10 milioni di dosi. E la media delle regioni è del 90,7 per cento rispetto alle dosi consegnate. Stanno correndo. La stessa Lombardia con 1,6 milioni è prima per numero di vaccini. I problemi sono a monte: nei contratti europei e nel mancato rispetto dei termini da parte di Big Pharma. Il presidente Draghi si è fatto sentire in Europa, i risultati arriveranno”.