fbpx

Coronavirus, l’importanza dei turisti americani in Italia: introiti per 1.8 miliardi secondo Coldiretti

Foto di Riccardo Antimiani / Ansa

I turisti americani portano un indotto all’Italia di 1.8 miliardi secondo Coldiretti: importante la loro presenza in estate, nonostante il Coronavirus

Si avvicina l’estate e l’Italia è ancora incerta sulla situazione Coronavirus nei mesi più caldi dell’anno. Da oggi, 26 aprile, gran parte del Paese è in zona gialla, si va verso un graduale ritorno alla normalità con riaperture dei locali (seppur con il limite del coprifuoco alle 22), ripresa dello sport e delle attività legate al settore culturale. È auspicabile che, complice l’innalzamento delle temperature e il progresso della campagna vaccinale sul territorio, l’estate possa essere vissuta con maggiore libertà, seppur sempre nel rispetto delle basilari norme anti-Covid. Il turismo estivo potrebbe essere il carburante della ripresa economica del Paese. Secondo uno studio della Coldiretti ad esempio, i soliti turisti americani porterebbero in estate un indotto di 1.8 miliardi fra spese legate ad alloggi, alimentazione, trasporti, divertimenti, shopping e souvenir. Importante, a tal proposito, l’apertura di Ursula von der Leyen, presidente della Commissione UE, che al ‘New York Times’ ha parlato della possibilità di permettere agli americani, usando vaccini approvati dall’Agenzia europea per i medicinali (EMA), di circolare liberamente nell’Unione Europea.