fbpx

Coronavirus, il sindaco di Crotone: “boom di contagi, ospedale al limite del collasso”

Coronavirus: la lettera del sindaco di Crotone Vincenzo Voce al commissario straordinario alla Sanità, al commissario dell’Azienda sanitaria provinciale e al presidente facente funzioni della Regione Calabria

La situazione presso l’ospedale cittadino è al limite per l’impennata che hanno avuto i contagi“. E’ quanto scrive il sindaco di Crotone Vincenzo Voce in una lettera urgente indirizzata al commissario straordinario alla Sanità Guido Longo, a quello dell’Azienda sanitaria provinciale Domenico Sperlì, al presidente facente funzioni della regione Calabria Nino Spirlì e al prefetto di Crotone Maria Carolina Ippolito. “Nei giorni di sabato santo, a Pasqua ed a pasquetta – afferma il primo cittadino – sono stato al S. Giovanni di Dio verificando che il personale, pur non risparmiandosi mai, è sottoposto ad uno stress costante per l’andamento dei ricoveri dovuti al coronavirus e preoccupa la capacità di ospitalità della struttura. Occorre con urgenza ripristinare la struttura mobile all’esterno dell’ospedale ed allo stesso modo prevedere un incremento del personale medico e paramedico per fronteggiare una situazione che è arrivata al limite. La provincia di Crotone, in proporzione alla popolazione, sta registrando numeri preoccupanti e non può essere lasciata sola. Occorre intervenire subito – conclude la lettera di Voce – sia dal punto di vista logistico che delle risorse umane“.