fbpx

Coronavirus, Sgarbi: “chiudere all’aria aperta è una follia di un Governo di pazzi, Speranza ha la faccia della disperazione”

sgarbi protesta ambulanti firenze

“Capisco la strada della prudenza per un ultra 60enne, ma per un ragazzo è soltanto un modo per arrestarlo e umiliarlo. Questi politici fanno retorica e sfruttano la malattia per imporre il loro potere”: il discorso di Vittorio Sgarbi nel corso della protesta degli ambulanti a Firenze davanti alla sede del Consiglio regionale

Sono partiti da Pistoia, dove hanno inscenato un mercato con tanto di banchi senza merce, gli ambulanti del settore non alimentare iscritti ad Assidea, qualche giorno fa hanno fatto tappa a Firenze, davanti alla sede del Consiglio regionale per chiedere di poter tornare a lavorare. A sostegno della categoria e presente al sit-in anche il deputato Vittorio Sgarbi“Sono qui per dare appoggio alla categoria degli ambulanti e a tutte le persone che hanno voglia di fare e invece sono impediti da un Governo di incapaci – ha affermato il noto critico d’arte – . La faccia di Speranza è la faccia della disperazione. Siamo stati rinchiusi in casa come arrestati, soprattutto i giovani che non correvano alcun rischio. Capisco la strada della prudenza per un ultra 60enne, ma per un ragazzo è soltanto un modo per arrestarlo e umiliarlo. Loro ci hanno rinchiusi, ma vanno rinchiusi loro perché hanno impedito il lavoro, hanno proibito di recarsi a scuola o nei musei andando contro la Costituzione”.

“Potrei capire un museo al chiuso, ma un parco archeologico all’aperto perché non deve rimanere aperto. Qualunque medico onesto sa che il Covid non passa. A tal proposito riprendo una frase dell’ex capo della Protezione Civile Angelo Borrelli: ‘non uso la mascherina, ma rispetto le regole del distanziamento sociale’. Portare la mascherina è una forma di umiliazione, ribellatevi. Questa è una dittatura, è uno stato di polizia. La libertà di movimento non può essere impedita, non esiste un coprifuoco che ti proibisca di fare ciò che vuoi. Siete vittime di scelte criminali, illogiche e insensate, vanno cacciati a pedate. Chiudere all’aria aperta è una follia di un Governo di pazzi scatenati, io li conosco tutti e da Speranza non mi farei curare neanche un callo. Far ammalare i giovani e non curare i vecchi è la misura che ha assunto questo Governo. E’ tutta gente che fa retorica e sfrutta la malattia per imporre regole selvagge in nome di un popolo che non li vuole”.