fbpx

Coronavirus, imprenditori e lavoratori italiani sono allo stremo. IoApro: “domani a Roma saremo in 50mila, circonderemo il Parlamento”

protesta lavoratori roma montecitorio 17 Foto di Maurizio Brambatti / Ansa

L’appuntamento per la protesta, in piazza Montecitorio, è lunedì alle ore 15: “non si tratta più di aprire, ormai è questione di libertà”

Ristori del tutto inadeguati, promesse dopo un anno ancora non mantenute, tasse e cartelle esattoriali che però arrivano puntuali. Sono arrivati allo stremo ristoratori e commercianti italiani che, guidati dal comitato IoApro, si riverseranno nuovamente in strada a Roma per manifestare il proprio dissenso nei confronti del Governo e delle chiusure imposte a causa del Covid-19. “Circonderemo il Parlamento, senza violenza, in maniera gandhiana”, afferma in una diretta Facebook, Umberto Carriera, tra gli organizzatori del movimento che riunisce bar, locali e tutte le attività in contrasto con le restrizioni attuate prima dall’esecutivo Conte e ora da quello Draghi. L’appuntamento per la protesta, in piazza Montecitorio, è lunedì alle ore 15. “Saremo 50mila – afferma – . Non si tratta più di aprire, ma di libertà, hanno paura di noi”.