fbpx

Coronavirus, Daniele De Rossi dimesso dallo Spallanzani: “i medici mi hanno detto che se non mi fossi curato…”

Foto di Elisabetta Baracchi / Ansa

Daniele De Rossi dimesso dallo Spallanzani: l’ex centrocampista della Roma era stato ricoverato per una polmonite dopo aver contratto il Covid

In ospedale mi hanno detto che se non fossi venuto, insomma… Non è uno stadio al limite, ma neanche un Covid da curare a domicilio“. Queste le parole di Daniele De Rossi, riportate da ‘La Gazzetta dello Sport’, attraverso le quali l’ex centrocampista della Roma ha commentato la sua battaglia con il Coronavirus. Una partita da non sottovalutare, come spiegato dall’ex giallorosso, oggi nello staff della Nazionale. Un virus che colpisce anche uomini che hanno dedicato l’intera vita allo sport e alla cultura del corpo. De Rossi si era contagiato proprio nel focolaio scoppiato in Nazionale che ha infettato anche Bonucci, Florenzi, Verratti, Grifo, Cragno, Bernardeschi e Sirigu. ‘Capitan Futuro’ era stato ricoverato per il persistere si sintomi come febbre e tosse e veniva tenuto sotto controllo per una polmonite interstiziale bilaterale. Oggi Daniele De Rossi sta decisamente meglio ed ha ottenuto dai medici l’ok per lasciare l’Ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma e proseguire le cure presso la propria abitazione.