fbpx

Cinquefrondi: il Circolo Cittadino di Gioventù Nazionale scende in piazza per manifestare a favore delle categorie colpite dall’emergenza economica

Cinquefrondi: il Circolo Cittadino di Gioventù Nazionale scende a piazza domenica per manifestare in favore delle categorie colpite dall’emergenza economica seguita a quella epidemiologica

Il Circolo Cittadino di Gioventù Nazionale di Cinquefrondi, intitolato all’On. Giorgio Almirante, scende in piazza domenica 18 aprile 2021, alle ore 11:00, per manifestare, in favore delle categorie colpite dall’emergenza economica seguita a quella epidemiologica, e denunciare l’incongruenza e l’insufficienza delle misure adottate dal governo centrale a ristoro delle perdite subite. Il Circolo, guidato dal Presidente Cittadino, Dott. Rocco Marco Massara Ferrari, tratterà diversi temi connessi alla crisi: “dalla precaria situazione che affligge la sanità locale, alla disorganizzazione della campagna vaccinale, passando per l’inadeguatezza dei sostegni erogati in favore delle imprese produttive ed artigiane, il grave rischio di default che riguarda una cospicua percentuale delle imprese italiane, senza tralasciare gli aspetti più gravi, che riguardano il concreto rischio di alienazione sociale, che affligge soprattutto le fasce giovanili della popolazione, con il connesso disagio arrecato all’equilibrio psico-fisico che rischia di essere compromesso da questa porzione di vita vissuta rubata da oltre un anno. Non ultimo, il tema fondamentale della manifestazione-dibattito: la forte compressione delle libertà individuali. Temi forti, importanti; problemi irrisolti, ai quali non si pretende dare una risposta definitiva, ma verso i quali è doveroso curare la sensibilizzazione degli animi, soprattutto dei giovani tesserati che iniziano il proprio percorso di consapevolezza politica, civile, umana”.

“La situazione emergenziale, nella quale ci troviamo come “incastrati” da ormai più di un anno, rischia di incancrenirsi e cronicizzarsi. La temporanea compressione delle libertà individuali, inizialmente operata per cause di forza maggiore, che pure stride fortemente con le previsioni della carta costituzionale, appare assumere sempre più le sembianze di una sorta di “regime terapeutico”. La morsa della crisi economica, conseguente non solo alla pandemia, ma soprattutto alle scelte del governo centrale, prive di una logica organica, mette a dura prova la tenuta sociale del Popolo Italiano, che si è dimostrato pure sin troppo responsabile, maturo, civile”. E’ quanto afferma il presidente del Circolo, Dott. Rocco Marco Massara Ferrari. “Ma le parole di plauso, i complimenti e le lusinghe, non costituiscono più una risposta sufficiente alle istanze che da ogni parte iniziano a levarsi anche ad alta voce nelle piazze italiane. Un forte appello alla riapertura in sicurezza, si è udito nei giorni scorsi dal comitato #ioapro, che rappresenta un chiaro sintomo di come non ci sia più tempo, bisogna intervenire subito, restituendo agli Italiani la loro libertà, soprattutto sostenendo tutte le categorie mediante adeguate misure di sostegno, visto che quelle sin qui attuate, riescono a coprire scarsamente fino al 5% delle perdite di fatturato subite dagli imprenditori, con contributi risibili, insufficienti anche solo per pagare gli affitti. La manifestazione di domenica, che il nostro Circolo Cittadino “On. Giorgio Almirante” ha fortemente voluto, pur in un momento difficile, rappresenta per noi un importante momento di maturazione del nostro pensiero politico, ed il tentativo di contribuire, certi di poterlo fare solo marginalmente, alla sensibilizzazione dei più giovani ai gravi problemi del nostro Paese”, conclude.