fbpx

Caso Denise Pipitone, nuova somiglianza in un campo rom in Slovacchia: la verità del fotografo

Caso Denise Pipitone, nuova somiglianza con una bimba presente in un campo rom in Slovacchia: il fotografo che ha scattato la foto fa chiarezza

Novità sul caso Denise Pipitone. Archiviata definitivimanete la vicenda legata a Olesya Rostova, giovane ragazza russa vagamente somigliante a Piera Maggio, rivelatasi poi non essere sua figlia, spunta una nuova pista dall’Est Europa. Nella puntata del programma Mediaset ‘Pomeriggio Cinque’, condotto da Barbara D’Urso, è stata mandata in onda una foto scattata in un campo rom in Slovacchia alcuni anni fa: tra i bambini presenti c’è una piccola bimba che potrebbe somigliare a Denise. Se nel caso di Olesya, le foto della ragazza russa da piccola risultavano completamente differenti, questa volta il colore dei capelli e la caranagione sono praticamente identici. Altro particolare dalla forte suggestione sono le codine che la bimba del campo rom aveva al momento della foto, stessa capigliatura con la quale viene spesso ritratta Denise nelle foto. L’avvocato Frazzitta sembrava aver ritenuto percorribile tale pista, tanto da condividere lo scatto sui propri profili social.

La vicenda si è però risolta nel giro di poche ore. Michael Biach, il fotografo che ha scattato la foto, ha fatto chiarezza sulla vicenda ai microfoni di ‘Mattino Cinque’. L’uomo, inondato di messaggi una volta che la sua foto è diventata virale, ha spiegato che quello scatto risale all’agosto 2012 e non al 2004, dunque quella bimba non può essere Denise: ricordiamo che la piccola di Mazara Del Vallo, nel 2012, avrebbe avuto 12 anni e sarebbe ovviamente molto più grande della bambina ritratta in foto. “Ho scattato la foto nell’agosto del 2012 e non nel 2004. Stavo lavorando a un articolo e ho scattato qualche immagine sulla situazione dei bambini che vivono nei campi rom in Slovacchia” , ha spiegato l’uomo.