fbpx

Calabria in “zona rossa” per il Ministro Speranza, ma il Centro Europeo ECDC è “arancione”

In Italia restano 7 regioni e 2 province autonome in rosso scuro, la fascia di massimo per Coronavirus

L’ECDC (Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie) ha aggiornato la mappa epidemiologica d’Europa e dalla mappa si nota come in Italia restano 7 regioni e 2 province autonome in rosso scuro, la fascia di massimo per COVID-19.

Questa settimana la Valle D’Aosta passa in rosso scuro e quindi va ad aggiungersi a Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Lombardia, Emilia–Romagna, Marche, Puglia. Sempre in rosso scuro le province autonome di Trento e Bolzano. La Campania, che la scorsa settimana era in rosso scuro, torna arancione. La Sardegna resta in giallo e il resto dell’Italia è in arancione, Calabria compresa.

Quest’autorevole centro di studio europeo non da alcuna zona rossa alla Calabria come invece deciso dal ministro Speranza che ha imposto da lunedì 29 marzo la nuova “red zone” tra le polemiche e le perplessità palesate non solo dai cittadini, ma anche da autorevoli esperti come il dott. Enzo Amodeo proprio pochi giorni fa ai microfoni di StrettoWeb.