fbpx

“Avviso ai naviganti”: nuovo appuntamento con il Circolo Culturale “L’Agorà” a Reggio Calabria [VIDEO]

Reggio Calabria: “Avviso ai naviganti” è il titolo di un progetto informativo, tradotto in video, recanti comunicati, notizie e momenti di riflessione a cura del Circolo Culturale “L’Agorà”

“I reggini e la resistenza: Quale memoria? Quali radici?” è il titolo della nuova puntata di “Avviso ai naviganti”, progetto informativo, tradotto in video, recanti comunicati, notizie e momenti di riflessione a cura del Circolo Culturale “L’Agorà”. Il nuovo appuntamento prende spunto dai recenti fatti di cronaca cittadina e da qui i due interrogativi che il sodalizio culturale reggino pone al titolo del nuovo appuntamento visivo. Il Circolo Culturale “L’Agorà” vuole ringraziare la stampa libera e quei reggini che offrirono la loro vita per la libertà. Qualcuno dovrebbe ricordare che nel momento di deporre i fiori, in quella data, 25 aprile, quel preciso momento NON deve essere un modo per esibirsi accompagnato da vuoti slogans. Ma deve essere un modo per ricordare e far ricordare chi ha dato la SUA vita per un IDEALE, a volte questo sconosciuto. Sono trascorsi appena 76 anni da quegli eventi dove quanti “col loro impegno ed il loro sacrificio, hanno contribuito a rendere l’Italia terra di civiltà e democrazia”, ma i “quanti” non sono numeri ma persone che vanno e devono essere ricordate, anche tenuto conto che si parla tanto, in questa città, di radici, di memoria storica, ma a volte queste “enunciazioni”, sembrano essere slogans di facciata e non altro. Il nome di Teresa Talotta Gullace, insieme a coloro che con il“ loro impegno ed il loro sacrificio, hanno contribuito a rendere l’Italia terra di civiltà e democrazia”, risulta ancora assente nei luoghi pubblici della Città di Reggio Calabria, ma non sicuramente nelle linee programmatiche e negli intenti statutari, di chi, come la scrivente Associazione, opera, da sempre, in funzione della ricerca, della memoria storica (recupero e salvaguardia) e della Cultura, a volte questa sconosciuta. Detto impegno continua, da sempre, accompagnato da un silenzio assordante da parte delle istituzioni che dovrebbero invece essere particolarmente vicine a detti comportamenti classicamente culturali”. Questo 25 aprile ricade nel settantaseiesimo anniversario e sarebbe bello che un giorno questa data, fosse quella della riappacificazione nazionale. Ritornando al nuovo incontro multimediale, organizzato dal Circolo Culturale “L’Agorà”, lo stesso sarà visibile sulle varie piattaforme dei social network presenti nella rete. Buon 25 Aprile a tutti”.