fbpx

L’Accademia Calcio Archi appoggia Spirlì dopo le polemiche per la sua presenza al Granillo: “Attacchi ricevuti fanno male al calcio”

spirlì reggina vicenza

Dopo le polemiche susseguenti alla sua presenza al Granillo per Reggina-Vicenza, l’Accademia Calcio Archi si pone al fianco del presidente Spirlì

L’Accademia Calcio Archi si pone al fianco del presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì dopo le polemiche susseguenti alla sua presenza allo stadio Granillo per Reggina-Vicenza di ieri. Agli attacchi stizziti dei tifosi nei commenti al suo post su Facebook, infatti, sono seguiti anche quelli di Fiamma Tricolore e di Luigi de Magistris. Ma l’A.S.D. Accademia Calcio Archi, nella persona del presidente Luciano Surace, mostra solidarietà a Spirlì. Ecco la nota stampa integrale.

“L’A.S.D Accademia Calcio Archi, in qualità di agenzia educativa di giovani calciatori dai 4 ai 12 anni, nella persona del Presidente Luciano Surace, esprime la piena solidarietà al Presidente f.f. della Giunta Regionale Spirlì.

Gli attacchi ricevuti in occasione della sua presenza, su cordiale invito della società Reggina 1914, allo Stadio Granillo, sono quanto più di male possa fare al calcio e alla società civile. A maggior ragione se questi attacchi vengono strumentalizzati scomodando i morti, ma non è accettabile che queste strumentalizzazioni provengano da chi in passato vestiva la toga e che lo si faccia per fini elettoralistici.

Forse nessuno sa che il Presidente f.f. Spirlì riserva alla sua competenza esclusiva anche le materie quali sport, associazionismo e volontariato sportivo, pertanto la sua presenza al Granillo non solo ha una rilevanza istituzionale, ma ha un prestigio per tutto il territorio e per tutto lo sport cittadino. Ben venga la visita del Presidente Spirlì anche presso le realtà calcistiche giovanili e di periferie come la nostra. Infatti la nostra squadra di quartiere svolge da anni un ruolo sociale ed educativo fondamentale per il territorio di Archi. Il nostro è un presidio di legalità ma è anche un messaggio chiaro al crimine organizzato: i giovani devono crescere sani! Per questo sarebbe fondamentale che il Presidente presenziasse anche la nostra struttura sportiva e il nostro territorio quanto prima.

Uno dei messaggi importanti che muove le nostre azioni è che lo sport deve unire e la competizione deve essere educata e leale verso il prossimo, insegnamenti che purtroppo sono mancati a pochi individui che si nascondono dietro una tastiera, rancorosi verso una persona che ama la nostra città, ma soprattutto che ci sta rappresentando dignitosamente in tutto il mondo.

Con l’occasione facciamo i nostri complimenti alla Reggina, dal presidente ai giocatori. I nostri bambini non vedono l’ora di poter vedere una partita al Granillo e sostenere la squadra del cuore”.

Luciano Surace

Accademia Calcio Archi