fbpx

Waterfront, Muraca: “Una Reggio moderna e innovativa grazie alle risorse europee del Pon Metro”

giovanni muraca Giovanni Muraca

Reggio Calabria: l’assessore alle Politiche comunitarie sottolinea la centralità delle leve di finanziamento Ue nel percorso di crescita e sviluppo della città

“Quanto è stato fatto nel corso di questi anni sul fronte della programmazione e della spesa delle risorse comunitarie dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Falcomatà, rappresenta senza dubbio un modello virtuoso di riferimento che potrà ispirare positivamente anche la nuova fase di progettazione e definizione degli investimenti che si è aperta da poco. Un ruolo chiave, in questo contesto, è svolto dal Pon Metro le cui risorse, circa 90 milioni di euro relative alla programmazione 2014-2020, rappresentano una straordinaria leva di sviluppo e di crescita che sta rendendo possibile una trasformazione radicale di Reggio Calabria in città moderna, innovativa e accogliente. Pon Metro che, nella nuova fase 2021-2027, è forte di una dotazione ancora maggiore pari a circa 194 milioni di euro”. È quanto afferma l’assessore alle Politiche comunitarie, Giovanni Muraca, sottolineando la centralità delle linee di finanziamento europee messe a disposizione nell’ambito del Pon Metro Reggio Calabria, per la realizzazione di importantissimi interventi e grandi opere come nel caso del Waterfront che verrà inaugurato il prossimo 21 marzo.

“Sento di dover rivolgere un ringraziamento e un convinto plauso – prosegue l’assessore Muraca – a tutta la struttura tecnica che opera all’interno dell’assessorato politiche comunitarie, all’impegno e alla determinazione del precedente assessore, Giuseppe Marino e naturalmente al dirigente, l’architetto Beatino, al responsabile unico del procedimento, l’architetto Melchini, al direttore dei lavori, l’ingegnere Richichi, al referente P.O. Pon Metro Cotronei e allo studio di progettazione Artuso Architetti associati.

E bisogna anche sfatare il falso mito che vuole gli attori della pubblica amministrazione, in particolare i dipendenti comunali, come un freno al raggiungimento degli obiettivi fissati dalla parte politica. Quello che è accaduto con la grande opera del Waterfront – spiega l’assessore alle Politiche comunitarie, Muraca – rappresenta l’esatto contrario. Ovvero un percorso certamente non semplice ma che ha visto l’impegno, l’abnegazione e lo sforzo congiunto da parte di tutti i soggetti coinvolti, in primis della ditta che ha svolto i lavori che ha dimostrato grande serietà e professionalità. Solo grazie al lavoro sinergico – conclude l’assessore – è possibile dare un indirizzo preciso e coerente ai progetti e alle azioni di sviluppo della città mettendo a frutto le ingenti risorse europee di cui disponiamo, prime fra tutte quelle del Pon Metro, che ci stanno consentendo di intervenire in modo incisivo sui fronti della mobilità, della rigenerazione urbana, della sostenibilità energetica, dell’inclusione sociale, della residenzialità a favore di famiglie in difficoltà specie in questa fase di emergenza sanitaria e non ultimo, infine, di un deciso ammodernamento dei servizi amministrativi attraverso la dematerializzazione e le nuove procedure digitali tra Pa e cittadini”.